Stock option, Apple assolve Steve Jobs

Autorità e normativeNormativa

La Mela di Cupertino non ha riscontrato irregolarità da parte dell’attuale
management

Apple, invece di pensare all’imminente Macworld Conference & Expo di San Francisco (dove il nuovo Mac Os Leopard e iTv saranno sotto i riflettori), è costretta a stare ancora sulle spine a causa delle irregolarità emerse nelle stock option per oneri aggiuntivi pari a 84 milioni di dollari. Apple rifiuta l’accusa all’attuale management, sull’ipotesi che fosse al corrente delle irregolarità contabili: la Mela di Cupertino ha deciso di dare piena fiducia a Steve Jobs. Lo chief executive Steve Jobs non avrebbe quindi mai ricevuto somme non approvate dal board di Apple nel 2001.Lo scandalo del backdating delle stock option coinvolge, oltre Apple, ben 200 società tecnologiche.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore