Stop ai banner in Flash su Google

MarketingPubblicità
Stop a Flash su Mozilla Firefox dal 2017
1 9 1 commento

Google ha avvisato le aziende di accettare la messa al bando di Flash dalla pubblicità. Ecco la roadmap della transizione dal codec di Adobe all’HTML5

Il motore di ricerca di Mountain View rinuncerà a Flash. L’ultimatum di Google alla pubblicità in Flash segnerà un punto a favore dello standard HTML5. È standard del W3C dal 2014.

Dopo che YouTube si è convertito totalmente allo standard HTML5, ora tocca all’advertising del primo motore di ricerca al mondo. Google ha ufficializzato la roadmap della transizione da Adobe Flash all’HTML5.

Stop ai banner in Flash su Google
Stop ai banner in Flash su Google

Google ha messo al bando l’utilizzo dei contenuti in Adobe Flash sulle reti AdWords e DoubleClick, i network che detengono la maggior parte dell’advertising online.

Google ha confermato lo stop della pubblicità in Flash dal 30 giugno a gennaio 2017. Dal 2 gennaio 2017, i contenuti già uploadati in tecnologia targata Adobe cesseranno di essere distribuiti. L’unica eccezione riguarderà la pubblicità formato video sul browser Google Chrome attraverso il processo detto di ‘filtro intelligente’.

“Per rafforzare l’esperienza di navigazione per più persone su più device, Google Display Network e DoubleClick Digital Marketing sono già al 100% HTML5”, spiega la società.

Google ha avvisato le aziende di accettare lo stop per evitare problemi in futuro.

L’addio a Flash riguarda anche Amazon, Facebook, Mozilla, oltre naturalmente ad Apple. Nel 2015, la presenza del codec di Adobe sui video online è scesa dal 21 al 6%, secondo Encoding.com.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore