Stop al roaming UE da metà del 2017, ma si eclissa la Net neutrality

NetworkReti e infrastrutture
Copyright e pacchetto Telecom: la UE sfodera le sue proposte
7 0 Non ci sono commenti

Approvato il Telecom Single Market: e frontiere nella telefonia mobile cadranno da metà 2017. Invece il regolamento non è riuscito a blindare la neutralità della rete

L’Unione europea (UE) ha approvato il l “Telecom Single Market” che spinge sulla fine delle frontiere nella telefonia. I cittadini UE che viaggiano negli Stati membri e in Svizzera, Norvegia e Islanda non pagheranno più alcun rincaro per telefonare o navigare in Rete in roaming, con Pc, smartphone o tablet.

Stop al roaming UE da metà del 2017, ma si eclissa la Net neutrality
Stop al roaming UE da metà del 2017, ma si eclissa la Net neutrality

La UE manderà in pensione il roaming UE da metà del 2017. Con un anno d’anticipo sulla data del 2018, il roaming UE verrà eliminato dal 2017.

Intanto dal 30 aprile del 2016 avverrà un ulteriore taglio delle tariffe: 5 centesimi di sovrapprezzo al minuto per le chiamate; 5 centesimi per megabyte di dati scaricati; il nuovo tetto massimo per Sms sarà di 2 centesimi.

Nel 2014 un’indagine della Commissione Europea aveva spiegato che il 94% di chi viaggia, per lavoro o per svago, nei Paesi UE, limitava l’utilizzo di device Mobili a causa del roaming.

Sulla carta, il regolamento garantisce la neutralità della Rete, ma non è ancora blindata, visto che i gestori telefonici possono creare corsie preferenziali per il traffico di dati o rallentare alcuni servizi.

Che cosa sapete della Net Neutrality? Misuratevi con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore