Storage: cosa offre il mercato?

Management

Il mercato dello storage per le Pmi è oggigiorno molto frizzante e vivace, complici i nuovi requisiti imposti dal business moderno e da un’offerta dei fornitori molto più ampia e completa

Per le Piccole e medie imprese, l’innovazione tecnologica ha sempre rappresentato una valida fonte di vantaggio competitivo a patto però che la stessa venga utilizzata in modo strategico all’interno dell’impresa.Tuttavia, il sistema delle Pmi è finora quasi sempre rimasto ai margini di questo fenomeno dato che tali tecnologie apparivano superflue nella gestione di entità di dimensioni comunque limitate.Oggi, invece, si rende necessario valutare le potenzialità insite nell’utilizzo di tali strumenti sia a livello produttivo, sia a livello commerciale e finanziario. Affinché le tecnologie informatiche producano buoni risultati competitivi, è però necessario che il livello di analisi delle funzionalità delle tecnologie implementate non si limiti alla sola considerazione dei costi (molto in voga, purtroppo, nel mondo aziendale italiano), e che l’atteggiamento dell’impresa si caratterizzi per un elevato grado di convinzione riguardo all’uso di tecnologie, che deve essere considerato leva del cambiamento e della competitività. Infine, si può notare come il successo nell’adozione delle nuove tecnologie dipenda fortemente dal livello di strategicità ad esse attribuito: infatti, nei processi evolutivi e di crescita, l’It deve essere pensato come vero e proprio motore di sviluppo che consenta alle imprese di raggiungere traguardi competitivi importanti. Una costante per tutte le nuove iniziative di business, è la mole di dati che esse generano e richiedono. Spetta però alle aziende sfruttare le informazioni a loro vantaggio, riuscendo a trasformare i dati grezzi in pura intelligenza per migliorare la conoscenza con i clienti, con i fornitori e con la propria organizzazione: ciò garantirà loro un ciclo produttivo più efficiente abbinato a dei prodotti migliori. I benefici dello storage networking sono evidenti quando i dati da immagazzinare crescono, fino a sfiorare i vari Terabyte.Tutte le nuove applicazioni (siano di tipo Oltp, Erp, Scm o Crm) danno il meglio di sé quando si lavora su di una piattaforma comune di dati, perciò il concetto di storage consolidation diventa un imperativo. In effetti, le applicazioni di Data Warehousing, di Business Intelligence o di Billing Management (lo stesso vale per il Crm e l’Scm), raggiungono la loro piena efficienza quando lavorano su dei dati consolidati (e non distribuiti come nel mondo dei Direct Attached Storage), operando in questo modo su delle informazioni sempre aggiornate e senza avere la necessità di spostare dei Terabyte di database da un sistema all’altro per la manipolazione e l’estrazione dei dati.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore