StorageCentral presenta la nuova soluzione per i grandi sistemi di memorizzazione

Network

StorageCentral 4.1 uscirà con il supporto per Microsoft Active Directory

Disponibile da InLinea.it, la nuova release di StorageCeNTral di WQuinn. Progettata con una maggiore scalabilità per le grandi reti aziendali di memorizzazione (SAN) e per gli ambienti di elaborazione dati, la release StorageCeNTral 4.1, comprende il supporto per Microsoft Active Directory e oltre venti miglioramenti in termini di prestazioni. Gli amministratori dei sistemi di memoria apprezzeranno il potenziamento della velocità di elaborazione, che è 4.5 volte superiore a quella delle precedenti versioni, una migliore efficienza nella comunicazione e una maggiore facilità nella gestione di migliaia di risorse di memorizzazione condivise per gli utenti. WQuinn ha sviluppato la nuova release di StorageCeNTral specificatamente per lambiente impresa grazie allo stretto rapporto con Microsoft Corporation e anche il test delle prestazioni è stato completato secondo gli standard dettati da Microsoft. Supporto Active Directory – Gli amministratori di sistema possono ora utilizzare Active Directory per configurare adeguatamente gli allarmi email agli utenti basati sulle quote per una migliore efficienza. Driver di Filtro per quota I/O TruStor avanzato – Elabora i trasferimenti dati a una velocità 4.5 superiore a quella delle versioni precedenti, già le più veloci del settore. Questo ha un impatto enorme in termini di efficienza negli ambienti delle grandi SAN (storage area network) e dei centri elaborazione dati dove milioni di file vengono elaborati frequentemente. Finestra di monitoraggio quota definibile dallutente – Permette agli amministratori di sistema di impostare delle visualizzazioni personalizzate nella finestra del monitor di quota. Negli ambienti delle grandi SAN e dei centri elaborazione dati con centinaia di migliaia di quote, gli amministratori di sistema possono impostare filtri sui quali visualizzare le quote, rendendo così le implementazioni SRM su larga scala molto più gestibili.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore