Studi professionali dell’Emilia Romagna, buste paga dipendenti più pesanti

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa
2 0 Non ci sono commenti

Il 12 giugno 2014, Confprofessioni Emilia Romagna e le organizzazioni sindacali territoriali hanno siglato l’accordo sulla defiscalizzazione del salario di produttività per l’anno 2014 che prevede l’applicazione dell’imposta agevolata del 10% sulle diverse voci della busta paga

Buste paga più pesanti per i dipendenti degli studi professionali dell’Emilia Romagna.

Il 12 giugno 2014, Confprofessioni Emilia Romagna e le organizzazioni sindacali territoriali hanno siglato l’accordo sulla defiscalizzazione del salario di produttività per l’anno 2014. L’intesa prevede l’applicazione dell’imposta agevolata del 10% sulle diverse voci della busta paga dei dipendenti relative a incrementi di competitività e produttività: premi di rendimento, banca ore, clausole elastiche e flessibili del lavoro part time, lavoro notturno e festivo. ufficio-web

L’intesa territoriale recepisce l’accordo quadro nazionale sulla detassazione sottoscritto il 28 maggio a Roma da Confprofessioni e interessa tutti i datori di lavoro che applicano il Ccnl degli studi professionali.

L’agevolazione fiscale sulle componenti accessorie della retribuzione è stata confermata dal Dpcm del 19 febbraio 2014 e prevede che le somme erogate a titolo di retribuzione di produttività, in esecuzione dei contratti collettivi di lavoro sottoscritti a livello aziendale o territoriale e degli accordi interconfederali vigenti, siano soggette a una ritenuta a titolo di imposta (sostitutiva dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali) pari al 10%.

L’agevolazione fiscale per l’anno 2014 opera entro il limite complessivo di 3mila euro lordi, in favore dei lavoratori titolari di reddito da lavoro dipendente nell’anno 2013, non superiore all’importo di 40mila euro lordi. ufficio

A differenza dello scorso anno, l’accordo territoriale 2014 ha effetto retroattivo rispetto alla sua sottoscrizione; pertanto i dipendenti degli studi professionali potranno usufruire delle misure agevolative a partire dal 1° gennaio 2014, a condizione che ci sia stata continuità nell’applicazione delle misure di “efficientazione” tra l’accordo territoriale del 2013 e quello del 2014, come precisato nella circolare del ministero del Lavoro n. 14 del 29/5/14. L’accordo dovrà essere depositato presso la Direzione territoriale del lavoro di Bologna entro 30 giorni dalla data di sottoscrizione.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore