Sui conti di Amazon pesano i costi dell’espansione

AziendeMarketing
Amazon Kindle Fire
0 1 1 commento

Amazon è in rosso, ma assume 5.000 dipendenti per 17 centri

Farsi strada nel mercato tablet e degli ecosistemi digitali, costa. Il rosso di Amazon, di soli 7 milioni, ha solo un nome e cognome: i costi per la crescita. I ricavi sono cresciuti a 15,70 miliardi di dollari da 12,83 miliardi, ma sono sotto le aspettative. E mentre un anno fa il sito di commercio elettronico registrava profitti per 7 milioni di dollari, adesso finisce in perdita -ironia della sorte – per la stessa cifra.

I margini operativi si sono fermati allo 0,5%, in linea con quanto il mercato aveva anticipato ma sotto l’1,1% dei primi tre mesi dell’anno e lo 0,8% dello stesso periodo nel 2012. Amazon, da regina dell’e-commerce, si sta da anni rifocalizzando come colosso hi-tech: prima con il cloud computing e l’e-reader Kindle, poi con il tablet Kindle Fire e Fire HD, in futuro potrebbe lanciare uno smartphone. Dai servizi ai dispositivi fino all’e-commerce, Amazon sta reinventandosi, ma questo processo ha un costo. Ma prima o poi tutto ciò darà i suoi frutti e Amazon tornerà al profitto, grazie alla visione innovativa del Ceo Jeff Bezos. Il titolo è cresciuto del 20% da inizio anno e ha compiuto un balzo del 40% anno su anno.

Amazon assume anche 5,000 dipendenti per 17 centri. La logistica e uil servizio Amazon Prime sono il fiore all’occhiello del colosso di Seattle.

Amazon Kindle Fire
Jeff Bezos con Amazon Kindle Fire

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore