Sulla blogosfera italiana, la scure dell’obbligo di rettifica

Autorità e normativeNormativa

Il maxi-emendamento sulle intercettazioni del Governo Berlusconi ipoteca la libertà di espressione su blog e Web 2.0: obbligo di rettifica per tutti entro 48 ore. Anche su Post e commenti amatoriali sta per calare il nuovo cyber-bavaglio alla Rete italiana

Nel maxi-emendamento del Governo Berlusconi, non ci sono solo le intercettazioni telefoniche e altre spinose questioni. In ballo è anche l’obbligo di rettifica per tutti.

La Legge, se confermata, darà 4 8 ore di tempo a blogger e gestori di siti per rettificare. Anche su Post e commenti, purchè pubblicati online.

Il rischio, in caso di mancata rettifica, fioccheranno multe da migliaia di euro.

Dopo il Ddl Levi e il salva-blog Cassinell i, ora la blogosfera italiana rischia un nuovo bavaglio telematico contro la libertà d’espressione nella Rete italiana.

La blogosfera amatoriale non potrà permettersi l’obbligo di rettifica in 48 ore, così come sono a rischio il giornalismo dal basso su Youtube, Facebook e MySpace.

Ancora una volta il Parlamento italiano dimostra di non voler capire il medium nè il linguaggio della Rete. La nuova legge è un blog kille r: senza se e senza ma.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore