Sun abbraccia il pinguino

Management

Con una performance teatrale McNealy di Sun racconta la sua passione per Linux

Per dimostrare la sincerità della posizione di Sun verso la comunità degli sviluppatori e degli utenti Linux, Scott McNealy, CEO di Sun, ha voluto compiere un gesto che non avesse precedenti è salito su un palco vestito da Pinguino, simbolo del celebre sistema operativo open source. Il gesto ha scatenato risate nel pubblico di analisti di mercato, depressi per landamento del mercato informatico. La Sun guarda da tempo a Linux con due atteggiamenti opposti, da un parte la soddisfazione di vedere che guadagna posizioni su Microsoft, nemico storico di Sun, dallaltra con la preoccupazione di chi non ha mai abbracciato la filosofia open source e si trova costretto non solo ad accettarla, ma a farla propria. Solo due anni fa, nel gennaio del 2000, il chief operation officer di Sun ridicolizzava IBM per la sua dichiarazione di voler adottare Linux. Adesso Sun ha deciso di utilizzare una versione customizzata di Linux, ma solo sulla fascia più bassa dei suoi server, come soluzione dingresso, mentre sulle macchine più grosse continueranno a girare sistemi operativi di fascia enterprise come Solaris.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore