Sun lancia OpenSolaris

Workspace

Accordo con Amazon per rilasciare OpenSolaris come servizio on-demand. Sulla terza trimestrale pesa però il costo di MySql

Sun lancia OpenSolaris , la versione open source di Solaris. Inoltre Sun ha siglato un accordo con Amazon per rilasciare OpenSolaris come servizio on-demand su Elastic Compute Cloud (EC2).

Dopo tre anni di sviluppo OpenSolaris, basato su Unix, vede la luce: OpenSolaris sarà disponibile per servizi di sistema operativo e storage come parte di EC2. Il servizio Ec2 costerà 10 centesimi per CPU all’ora. Tra le caratteristiche più interessanti di OpenSolaris sono quelle di far girare il sistema operativo da Cd e un sistema facilitato di rolling-back installation. OpenSolaris dovrà sfidare Ubuntu 8.04 LTS, basato su Debian, che supporta OpenJDK e NetBeans (Fedora 9 di Red Hat aggiungerà il supporto a OpenJDK in una seconda fase).

Tuttavia non è uno dei momenti più brillanti per Sun, reduce da una trimestrale in rosso, anche a causa del rallentamento economico Usa.

Le acquisizioni di MySQL (costata un miliardo di dollari) e Innotek (specialista di virtualizzazione desktop) hanno pesato nell’ultima trimestrale di Sun, che ha registrato una perdita di 34 milioni di dollari.

Secondo il Financial Times Sun potrebbe tagliare 1,500-2,500 posti di lavoro per recuperare margini di profitto. Sun ha messo a segno 3.27 miliardi di dollari di fatturato, 17 milioni di dollari in meno di un anno fa e 100 meno rispetto alle aspettative di Wall Street.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore