Sun vince lultimo round contro Microsoft

Management

Nella sfida legale tra Sun Microsystems e Microsoft, una corte distrettuale statunitense ha ingiunto a Microsoft di includere la versione Sun di Java nel sistema operativo Windows

Il processo fa parte di una battaglia legale, tuttora in corso, che Sun ha intentato contro Microsoft, sostenendo che il colosso abbia violato le leggi sullantitrust nel tentativo di impedire la diffusione sul mercato della piattaforma Java di Sun. In una fase preliminare, il giudice J. Frederick Motz aveva riconosciuto che Microsoft deliberatamente minava linteroperabilit della piattaforma Java. Sebbene dichiari di perseguire lobbiettivo della compatibilit, in realt Microsoft intenzionalmente compie passi nella direzione opposta ha scritto Motz nella sua ordinanza. Secondo quanto dichiara Motz, lordinanza ha lo scopo di impedire che in futuro Microsoft ottenga vantaggi dalle sue scorrettezze passate e di correggere lalterazione avvenuta nel mercato a causa della violazione delle leggi sullantitrust. Microsoft ha dichiarato che far ricorso in appello. Sun aveva introdotto Java nel 1995. Chiamata spesso middleware, la piattaforma fornisce una serie di interfacce di programmazione per gli sviluppatori di software. In altre parole, i programmi scritti in Java possono funzionare con qualsiasi sistema operativo. Sun ha dato diffusamente in licenza il codice sorgente di Java per incoraggiarne ladozione. Non appena la piattaforma Java ha fatto la sua comparsa, Microsoft ne ha apprezzato limportanza, ha segnalato Motz, facendo notare che Microsoft aveva firmato un accordo con Sun per autorizzare e distribuire prodotti basati su Java. Comunque, Microsoft ha introdotto la sua alternativa proprietaria a Java, chiamata .NET. A febbraio 2002, il colosso di Redmond ha lanciato il primo prodotto con framework ,Net, il Visual Studio .NET. Secondo Motz, Microsoft ha un vantaggio sleale in questa concorrenza. Microsoft, avendo illecitamente frammentato la piattaforma java e avendo rovinato i canali Sun di distribuzione della piattaforma, approfitta delle sue passate violazioni delle leggi antitrust per far leva con il suo monopolio del mercato dei PC Intel compatibili sul mercato delle piattaforme per internet.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore