Sun vorrebbe il ritorno di Ibm

Aziende

Le trattative sono saltate, ma secondo indiscrezioni a Sun piacerebbe riannodare un negoziato con Big Blue. Ma Ibm per ora non è interessata

Sun vorrebbe che Ibm ritornasse sui soi passi, dopo il no di Sun. Le trattative per l’acquisizione da 7 miliardi di dollari sono fallite, ma secondo indiscrezioni, riportate da Bloomberg , a Sun piacerebbe riannodare un negoziato con Big Blue. Ma è difficile dire se ciò avrà un seguito: di sicuro, per ora, Sun non ha pretendenti. E Ibm ha risposto che per ora non è interessata a nessun prezzo (fonte: Reuters ).

L’accordo fra Sun e Ibm è fallito , perché Sun ha respinto l’offerta da 7 miliard i di dollari, giudicata troppo bassa. Secondo le indiscrezioni, riportate dal Wall Street Journal , il board di Sun sarebbe spaccato e avrebbe vinto la strategia del Chairman Scott McNealy sul Ceo Jonathan Schwartz.

Secondo The Register, l’acquisizione di Sun da parte di Ibm avrebbe provocato 11mila tagli in Sun. A Ibm interessavano solo il database MySql, Java e il sistema operativo Sun Solaris, ma non il resto del software Open source, non remunerativo. McNealy vorrebbe riportare Sun alle sue radici hardware, mentre la strategia di Schwartz è più focalizzata sul software, ma è difficile chi potrebbe acquistare i servizi Cloud di Sun finchè non si saprà che fine faranno.

Ibm e Sun insieme controllerebbero la maggioranza del mercato tape storage e quasi due terzi del mercato server Unix di fascia alta (nel mercato server oggi IBM detiene il 33%, seguita da HP al 30%, Dell all’11% e Sun al 10% – fonte: Gartner, quarto trimestre).

Nel mercato storage da 27.7 miliardi di dollari di ricavi IBM oggi è terza con il 16.2 percento, mentre Sun è quinta con il 6.1 percento (fonte: Idc), ma una fusione porterebbe IBM a sorpassare l’attuale numero uno, Hewlett Packard, che detiene il 19.6 percento

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore