Superato il record di velocità di Internet

Management

Alcuni scienziati hanno stabilito un nuovo record di velocità trasferendo 6,7 gigabyte di dati a una distanza di 10.978 chilometri, da Sunnyvale negli Stati Uniti ad Amsterdam, in meno di un minuto.

Utilizzando una quantità di dati pari a quella di due film di qualità DVD, il trasferimento è stato compiuto ad una velocità media di 923 megabit al secondo, o, in altri termini, ad una velocità 3.500 volte superiore a quella di una tipica connessione broadband domestica. Les Cottrel, dello Stanford Linear Accelerator Center (Slac) Computer Services, ha spiegato che la sperimentazione dei massimi livelli delle performance di rete porterà allapplicazione pratica quotidiana del trasferimento dati ad alta velocità. Tra le potenziali applicazioni Cottrel ha ricordato medici che si scambiano e discutono referti su pazienti per diagnosticare e pianificare i trattamenti del caso, o esperti di disaster recovery che si scambiano informazioni da una parte allaltra del globo in tempo reale per pianificare gli interventi necessari. I dati sono stati inviati attraverso la rete Internet2. Questultima è gestita da un consorzio di 200 università che collaborano a livello internazionale nel tentativo di sviluppare linternet del futuro. Lobbiettivo dichiarato è connettere e servire enti di ricerca e istituzioni scolastiche ad una velocità di trasmissione che consenta il trasferimento di centinaia di megabyte di dati in tempo reale. La motivazione per la sperimentazione è stata la necessità di trasferire e analizzare le enormi quantità di dati prodotte dai fisici delle particelle. Raymond Orbach, direttore dellEnergy Departments Office of Science degli Stati Uniti ha commentato che lesperimento conferma la tradizione della fisica delle particelle a essere allavanguardia per quanto riguarda la manipolazione e il trasferimento di enormi quantità di dati. E Harvey Newman, docente di fisica al Caltech, ha spiegato che i più importanti sperimenti si basano già sul petabyte (1024 terabyte) quale unità di misura di storage dei dati e il fattore di crescita previsto entro i prossimi dieci anni è pari a 1000. Nel corso delle sue ricerche, Slac ha accumulato il più vasto database del mondo, che aumenta di un terabyte (circa 1000 miliardi di byte) al giorno.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore