Surface Pro LTE, sempre connessi per lavorare bene ovunque

Dispositivi mobiliLaptopMobilityWorkspace

IN PROVA – Surface Pro LTE è l’ibrido pensato per le esigenze aziendali che offre connettività 4G integrata e tutte le risorse necessarie per lavorare in mobilità

La declinazione dei prodotti Surface nell’ultimo anno ha riservato non poche sorprese (tutte positive) anche per le aziende italiane. Sono disponibili infatti da qualche mese nel nostro Paese i modelli della quarta generazione dell’ibrido Surface (Surface Pro 4), e Microsoft, con l’intento sempre di indicare un punto di riferimento anche per gli Oem sui diversi sistemi di computing, ha a catalogo oltre ai Surface Pro, i Surface laptop, e da oggi anche Surface Book 2, un vero laptop professionale di fascia alta (ancora più alta per il prezzo).

Surface Pro Lte, la descrizione

La nostra prova riguarda Surface Pro Lte, proposto per il momento specificatamente per il mercato aziendale tramite Elmec, Var Group,Econocom, Insight e Bechtle, sullo store di Microsoft è disponibile a questo link, indicato come Surface per le aziende.
Si tratta di un device veramente portatile, compatto, molto elegante, e sostanzialmente leggerissimo con il peso (compresa la tastiera) di poco più di 1,1 Kg. Le caratteristiche sono del tutto confrontabili a quelle di Surface Pro 4.

Gli ingombri quindi sono 29x 20x 0,8cm che con la tastiera diventano circa 1,3cm. Il telaio e lo chassis sono in lega di magnesio e come tutti i Surface ibridi è facile a prima vista identificare anche questo modello per il logo di Windows sul dorso e l’aletta per regolare l’inclinazione.
Aprirla è molto semplice per l’insenatura proposta su ambi i lati del telaio e il meccanismo si è rivelato del tutto convincente, robusto e anche nel tempo per nulla soggetto ad usura.

L’aletta può non piacere, ma di sicuro è ben fatta. Questo modello si differenzia dagli altri proprio perché sotto l’aletta sul controprofilo sinistro mostra oltre allo slot di lettura della schedine microSD anche lo slot che ospita la nanoSIM, per la connettività LTE Advanced.

Surface Pro LTE

Il cassettino si sfila con il solito metodo anche se in questo caso è necessario penetrare più del consueto con la clip, rispetto a come ci si è abituati con gli smartphone. Nulla di male.  Sempre sul profilo destro si trova il connettore per l’alimentazione, una presa USB 3.1 Gen1, affiancata dalla Mini Display Port. Sull’altro profilo c’è solo il connettore mini jack per cuffie e microfono.

Sul profilo superiore, quando utilizzate il device per il computing a sinistra si trova il tasto di accensione e adiacente il tasto a bilanciere per il controllo del volume. Sul dorso si ritrova la fotocamera con sensore da 8 MP, messa a fuoco automatica e in grado di riprendere video HD, i microfoni sono stereo, mentre la fotocamera anteriore sfrutta un sensore da 5 MP e anch’essa può effettuare riprese HD.

Gli altoparlanti supportano Dolby Stereo HD Premium.
Il rapporto di forma del display è di 3:2 con una diagonale da 12,3 pollici. Lo schermo, protetto con vetro Corning Gorilla 4, sfrutta la tecnologia PixelSense e supporta l’input multitocco a 10 punti e vanta una risoluzione di 2736×1824 pixel con una densità di 267 ppi. I punti di forza li vedremo nel corso della nostra prova. Il display è incastonato in una cornice comunque evidente, niente effetto “infinity”. Gli esteti probabilmente avrebbero chiesto qualcosa di più.

Surface Pro Lte, le specifiche

Surface Pro LTE arriva con Intel Core i5-7300U, a 2,6 GHZ si tratta di una cpu con 4 processori logici dual core. Questo processore può sfruttare 8 Gbyte di Ram (nello store Microsoft sono disponibili anche altre configurazioni, così come per la memoria storage, ma non nel caso si scelga questo modello LTE) per far girare Windows 10 Pro e ovviamente le applicazioni. Lo storage è affidato a una proposta SSD da 256 Gbyte NVMe.

La grafica è gestita da Intel HD 620, non si dispone ovviamente di grafica discreta. Per quanto riguarda il comparto della connettività. Surface Pro LTE offre oltre al supporto WiFi 802.11 ac (e la compatibilità con tutte le specifiche 802.11 precedenti), il supporto Bluetooth 4.0 e ovviamente la possibilità di utilizzare la connettività LTE grazie al modem Snapdragon X16 Cat.9 con il supporto praticamente per le bande di tutto il mondo.

Surface Pro LTE solo tablet

Doveroso segnalare ovviamente la presenza del ricevitore del segnale Gps e Glonass (anche assistito). Il device inoltre sfrutta i servizi di giroscopio, accelerometro e sensore di luce ambientale. Per quanto riguarda la sicurezza, abbiamo apprezzato sostanzialmente tre specifiche: il supporto TPM 2.0, il lettore di impronte digitali sulla tastiera, e ovviamente l’autenticazione con Windows Hello. Entriamo quindi nei dettagli della nostra esperienza.

Surface Pro Lte, l’esperienza

Nella nostra esperienza prolungata di utilizzo Surface Pro Lte si è rivelato da tutti i punti di vista un’ottima soluzione per il computing. Non abbiamo ancora parlato della tastiera e quindi iniziamo proprio da questo aspetto. Rivestita in alcantara per un’ottima presa del device, quando non è utilizzato, si presenta con il touchpad largo circa 10 cm con un rapporto base altezza ancora più marcato rispetto al display ma assolutamente ergonomico, anche la scorrevolezza è premium. La disponibilità del sensore di impronte digitali in azienda tornerà davvero comodo.

I tasti a isola, standard offrono l’adeguato feedback durante la digitazione e, soprattutto, la rigidità complessiva, anche se non paragonabile con quella di un laptop, è più che sufficiente per lavorare comodamente anche senza avere a disposizione un piano di appoggio. La tastiera inoltre è retroilluminata all’occorrenza. La risoluzione del display e la luminosità permettono di lavorare bene senza sforzi in qualsiasi condizione, buono anche il trattamento del vetro, che non trattiene sostanzialmente le impronte.

Surface Pro Lte – Comparto nanoSIM. E’ collocato in una zona magnetizzata. Il cassettino pertanto rimane attaccato alla cornice. Può essere un sistema per non perderlo quando si sostituisce la Sim

Meritano di essere evidenziati altri aspetti positivi. Partiamo proprio dalla connettività LTE, la disponibilità di antenne multiple permette un’ottima ricezione, in qualsiasi modalità si utilizzi il device. Veloce l’accesso online e immediata è la gestione delle reti disponibili, con il sistema operativo che fornisce sempre le corrette indicazioni per chi per esempio ha attivi servizi di sincronizzazione che potrebbero incidere in modo eccessivo sul consumo dei dati. Il modem LTE advanced è stato decisamente ben implementato.

Bene si comportano anche le soluzioni per la sicurezza, soprattutto Windows Hello permette un’autenticazione davvero veloce, del tutto paragonabile all’inserimento di password o all’autenticazione tramite le impronte, resta ovviamente la difficoltà nell’operare con o senza occhiali.
Arrivano ottime notizie anche per quanto riguarda la durata della batteria da 42 Wh, con cui è possibile lavorare tranquillamente oltre 7 ore consecutive con l’utilizzo della connettività LTE. Microsoft dichiara un’autonomia di circa 12 ore e mezza. Durante le nostre prove sotto connettività WiFi, 10 ore di utilizzo sono possibili senza troppi patemi, nel normale lavoro di ufficio con Word, Excel e la posta elettronica almeno sempre attivi.

Abbiamo però notato una dissipazione del calore abbastanza elevata sul dorso del tablet. Non influenza l’esperienza dell’utente nel lavoro al desk, di più quando Surface Pro LTE viene tenuto appoggiato sulle gambe, nel normale utilizzo, a parte che con gli applicativi impegnativi, il surriscaldamento è evidente soprattutto quando si aggiorna il sistema operativo.

E arriviamo quindi alle prestazioni. I PC Mark 10 hanno fatto registrare 2384 di punteggio complessivo, con Essentials a 4714, Productivity 3753 Digital Content Creation con il punteggio più basso 2079. Rispetto alle altre soluzioni omogenee per Cpu, Storage e Ram, Surface Pro Lte non si distingue in senso positivo, ma mostra prestazioni sostanzialmente allineate.

La configurazione da noi provata senza il modulo LTE costerebbe circa 1500 euro (sul sito in questi giorni si trova la configurazione Surface Pro 4 a circa 100 euro in meno), la disponibilità di Surface Pro LTE è legata al canale, pensiamo che il prezzo corretto equivalente dovrebbe essere superiore al massimo di 70 euro, il prezzo indicato su Microsoft Store è di 1679 euro. La scatola contiene Surface Pro Lte e alimentatore, il necessario per inserire la nanoSIM, ma non la penna (opzionale) o altri cavi per il collegamento ai monitor per esempio (opzionali anch’essi).

Non sono pochi soldi, per questo bisogna valutare se è davvero questo il form factor che preferite per lavorare sempre e se penserete di utilizzare la soluzione anche semplicemente come tablet, in caso contrario forse è meglio spendere appena 200 euro in più e pensare a Surface Book 2 dove l’utilizzo come notebook diventa praticamente l’utilizzo principale, tale da giustificare la spesa in più. Resta che al momento questa proposta di Surface Pro Lte è nel catalogo di Microsoft l’unica con connettività 4G integrata disponibile.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore