Sybase Enterprise Portal 2.0, il viaggio verso le-business

Network

Nella nuova versione la soluzione dellenterprise vendor passa dal portale aziendale alla piattaforma per le-business

Il modello delle-business e il business attuale delle aziende sono sostanzialmente diversi e quindi devono essere affrontati con nuove modalità. La piattaforma da prendere in considerazione non può essere solo tecnologica, ma propria per le-business, flessibile ed estendibile; se si vuole uniformare la soluzione a situazioni differenti occorre utilizzare un modello di business che sia basato su unarchitettura Web; inoltre diventa fondamentale rispondere alle necessità delle utenze emergenti, in particolare di quella mobile. Così Franco Caprioli, business development manager di Sybase Italia, sintetizza le esigenze dei nuovi contesti operativi. In questa direzione, Sybase cerca di soddisfare questi requisiti con la soluzione Enterprise Portal. Nella versione 1.0 la piattaforma in questione si presenta come punto di ingresso allazienda per utenti sia interni che esterni, consentendo di creare servizi personalizzati e di interagire con i sistemi avendo la possibilità di accedere a viste dinteresse, utilizzando le modalità tipiche del mondo tradizionale. Nella nuova versione, Enterprise Portal 2.0, la soluzione oltre a essere la piattaforma tecnologica su cui costruire un portale, offre moduli aggiuntivi, per rispondere ai requisiti dei nuovi modelli di business, aggiunge funzionalità tipiche dei portali, funzioni di business-to-business ed estensioni mobile e wireless. Dal punto di vista tecnologico, per quanto concerne le condizioni per creare un portale, i servizi principali riguardano, in particolare, la personalizzazione delle informazioni, la gestione dei contenuti e funzionalità di deployment avanzato. In ambito di funzionalità business-to-business le innovazioni derivano dallutilizzo di moduli tecnologici di Neon (società recentemente acquisita da Sybase) che permettono di costruire un vero e proprio colloquio tra la piattaforma portale costruita e le applicazioni dei partner che vogliono aderire alla piattaforma. Le funzionalità in questione automatizzano le transazioni b2b sia allinterno delle aziende che nei rapporti con i partner esterni. Fondamentale in questambito un modulo di conversione Xml/Edi, che permette di trascurare i dialetti (che vengono gestiti dalla piattaforma tecnologica) con cui le applicazioni parlano e di concentrarsi sulla logica con cui le applicazioni devono parlare. Lestensione mobile/wireless è data al portale Sybase dallo strumento Wireless Server, che è in grado di individuare il dispositivo con cui si accede al portale (sia esso browser, telefonino, palmare,…) e di conseguenza formattare le informazioni in modo che siano fruibili dal dispositivo in questione. In pratica crea una personalizzazione della vista non più solo per lutente ma anche per il dispositivo. Inoltre, poiché il dispositivo wireless necessita di una connessione che non è sempre disponibile in ogni luogo la soluzione offerta dal portale è mista finché cè la linea la si utilizza per gestire il business, nel momento in cui manca si può replicare linformazione necessaria per gestire il business sul dispositivo portatile e continuare a lavorare anche quando la linea non cè; una volta ripristinata la linea i meccanismi si sincronizzino automaticamente. In questo modo lutente ha la disponibilità dellapplicazione o del servizio sempre e in ogni luogo. Oltre a una serie di caratteristiche tecnologiche distintive, ha concluso Caprioli, Enterprise Portal diventa la piattaforma ideale per costruire verticalizzazioni, in termini di progetti applicativi (e-procurement, gestione del cliente,…) o per mercati verticali. In particolare, in questultima direzione Sybase sta rilasciando una serie di applicazioni specifiche per il mondo telco e finance. In Italia la prima espressione concreta di Enterprise Portal riguarda la realizzazione del Portale Lavoro della regione Veneto. Nata con lobiettivo di favorire lincontro tra domanda e offerta di lavoro liniziativa punta a diventare un centro di servizi on line per individui, enti pubblici e aziende. In un contesto in cui il lavoratore necessità di un numero di informazioni sempre maggiore, ha sottolineato Sergio Rosato, direttore Veneto Lavoro (Regione Veneto) sono quattro le virtù che un sistema del lavoro deve possedere essere facilmente accessibile; essere ben caratterizzato e riconoscibile; disponibile in una gamma molto ampia di servizi; essere trasparente. Partendo da unapplicazione specifica, NetLabor3, sviluppata da Insiel e basta su database Sybase, la Regione Veneto ha dato il via al progetto del Portale Lavoro con lobiettivo di estendere a Internet lapplicazione, mettendo on line i servizi e di offrire un punto di incontro tra domanda e offerta e un punto daccesso a servizi di orientamento e consulenza. La realizzazione del progetto, della durata di tre anni e composto da una serie di fasi, è nelle mani di Sybase, che rappresenta a tutti gli effetti il partner tecnologico primario, con il quale collaborano Insiel, per lintegrazione di Netlabor3, Consiel, per gli aspetti consulenziali e Telerete, che si occupa dellhosting del servizio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore