Symantec denuncia fuga dati in Facebook

Autorità e normativeMarketingSicurezzaSorveglianza

Symantec ha reso noto una fuga di dati a Facebook, il social network con 500 milioni di utenti. L’invio di dati sarebbe accidentale, ma sarebbe durato per anni

Dopo il caso del “tracciamento di iOS 4” e il trafugamento dati di Sony, un nuovo caso di “perdita dati” si affaccia nel già accidentato scenario cloud mondiale. Questa volta sulla graticola è Facebook che negli ultimi anni potrebbe aver accidentalmente provocato una fuga di informazioni personali degli utenti a terze perti. A ottenere dati, senza il consenso degli utenti, sarebbero questa volta inserzionisti pubblicitari. A puntare il dito contro Facebook è il vendor di sicurezza Symantec, che ha commentato: ”Fortunatamente, queste terze parti potrebbero non essersi rese conto della loro capacita’ di accedere alle informazioni”.

Symantec ha reso noto la fuga di dati (accidentale) a Facebook, il social network con 500 milioni di utenti. Facebook avrebbe confermato la fuga di dati e ha assunto misure per risolvere il problema. Le apps incriminate sarebbero state 100 mila. La falla risiedeva nelle applicazioni di iFrame che hanno fornito l’accesso ai “token”.

Leggi anche lo SPECIALE: Privacy e dati personali in Rete. Un problema aperto

La Privacy è il tallone d'Achille di Facebook?
La Privacy è il tallone d'Achille di Facebook?
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore