Symbian apre a Google

Mobility

Dopo l’acquisizione di Nokia, si osservano le mosse del produttore britannico di software per cellulari e smartphone. Anche Tim e 3 sono entrate in Symbian Foundation

La recente presa del controllo di Nokia su tutta Symbian, rimette il vendor finlandese al centro dello sviluppo di piattaforme mobili all’insegna dell’Open source: Symbian Foundation nasce per rendere Symbian una piattaforma unificata ed open soruce entro il 2009.

Finora era stato detto da tutti che Symbian sarebbe stato soprattutto l’anti Google Android, ma Reutersafferma che Symbian potrebbe prendere in esame la possibilità di a mpliare i legami con Google. “Lavoriamo già insieme e dunque in qualsiasi collaborazione, se c’è un’opportunità, saremo felici di collaborare con loro“, afferma l’amministratore delegato di Symbian Nigel Clifford. “E potrebbe essere a livello di applicazioni o al più fondamentale livello di s istemi operativi“.

Infatti è inutile sottolineare che la vera sfida per Symbian è sugli applicativi: già oggi Symbian utilizza sulle proprie piattaforme applicazioni di Google come le mappe o i motori di ricerca.

L’iPhone per esempio è atterrato nel mercato europeo degli smartphone con App Store, forte di 500 programmi nativ i.

La sfida tra Symbian, Windows Mobile, Apple iPhone, Rim Blackberry e Google Android ruoterà intorno al tema del carnet di applicativi.

La sfida si sposterà dall’hardware al software: e Symbian lo sa, per questo apre, a modo suo, a Google.

Intanto altri nove operatori decidono di aderire alla Fondazione Symbian: anche H3G e Tim, che si sono aggiunti a AT&T, LG Electronics, Motorola, Nokia, NTT DOCOMO, Samsung Electronics, Sony Ericsson, STMicroelectronics, Texas Instruments e Vodafone.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore