T-Mobile Usa è in mano agli hacker?

CyberwarSicurezza

Hacker affermano di avere craccato tutta T-Mobile, di averne rubato dati operativi e finanziari, oltre ai database dei clienti. T-Mobile nega: piuttosto sembra che sia stato rubato un documento, e non compromessi tutti i server

Il mondo dei cracker potrebbe aver fatto il colpo del secolo. Hacker dicono di avere in pugno T-Mobile Usa, l’operatore mobile di Deutsche Telekom, famoso per aver lanciato per primo il Gphone o Google-fonino con Android.

Hacker affermano di avere craccato tutta T-Mobil e, di averne rubato dati operativi e finanziari e i database dei clienti. Lo riporta un messaggio , da verificare, sulla mailng list Full Disclosure.

I dati sarebbero già in vendita, ai concorrenti e al miglior offerente.

Per gli utenti, essere alla mercè del cyber-crime è una pessima notizia: non solo per questione di privacy, ma di sicurezza IT.

Per T-Mobile, se la notizia sarà confermata, è un deja vu: il 2008 è stato una caporetto della privacy:

T-Mobile di Deutsche Telekom ha confessato di aver già perso nel passato 17 milioni di profili di utenti.

Update 10-6-2008: T-Mobile nega un simile scenario: piuttosto sembra che sia stato rubato un documento, e non compromessi tutti i server. T-Mobile sta ancora investigando, ma avrebbe individuato il documento rubato, un file che non metterebbe a rischio nè la privacy nè la sicurezza degli utenti. Il documento non sarebbe stato ottenuto attraverso l’hacking.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore