Taglio roaming Sms a ottobre

NetworkProvider e servizi Internet

L’Unione europea ha deciso: ridurrà il prezzo degli sms all’estero in ambito Ue

Il commissario europeo alle telecomunicazioni, Viviane Reding, ha confermato le indiscrezioni trapelate ieri: l’Unione europea ridurrà il prezzo degli sms all’estero, a partire da ottobre. Ogni anno vengono inviati in roaming 2,5 miliardi di messaggini Sms: in genere costano dieci volte gli Sms nel proprio paese (in media 29 centesimi di euro). “I cittadini europei dovrebbero essere liberi di mandare messaggi dall’estero senza essere imbrogliati“, sottolinea una nota del commissario. La Ue vorrebbe dimezzare il prezzo degli Sms in roaming: “Dal punto di vista dell’Erg, sarebbe appropriato un tetto tra gli 0,11 e gli 0,15 euro per sms.

Per evitare una regolamentazione è necessario un taglio credibile delle tariffe“, ha aggiunto il commissario Ue: “Perciò, a ottobre proporremo una regolamentazione sugli sms in roaming“. Appoggia il commissario Ue il Gruppo europeo delle Authority nazionali delle Telecomunicazioni (Erg), che raggruppa le authority dei 27 paesi membri.

Quest’inverno, a Mobile World Congress di Barcellona, Gsm a si era lamentata degli ultimatum Ue , perché già gli operatori mobili stavano abbassando i prezzi e il mercato dei servizi è in crescita.

Dopo l’estate, infine, la Commissione Europea pubblicherà le linee guida Ue sulle Tlc, per assicurare un rendimento equo degli investimenti e un’infrastruttura condivisa.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore