Teamleader, la piattaforma per il Crm (quasi) fai-da-te

AziendeStart Up

Teamleader, nata 5 anni fa come startup innovativa, oggi conta oltre 150 dipendenti e un parco clienti che supera le 5mila unità

Una piattaforma pensata per le esigenze di una piccola azienda da una azienda che conosce l’esperienza dato che a sua volta lo è stata pure lei. Si sta parlando di Teamleader, nata 5 anni fa come startup innovativa, che oggi conta oltre 150 dipendenti e un parco clienti che supera le 5mila unità.

Attraverso la piattaforma, Teamleader favorisce la digitalizzazione d’impresa delle Pmi fornendo strumenti software e consulenza specifici. Ma l’ambizione della giovane impresa che, nel 2016, ha avuto un’ulteriore iniezione di capitale per un totale di oltre 10milioni di euro dal principale investitore Fortino Capital (tra gli altri), è quella di diventare sempre più grande nella diffusione di strategie di crescita intelligenti.

Sara Morandini, country manager di Teamleader in Italia, dove a Milano ha da pochi mesi inaugurato la sede, ha un passato in aziende blasonate del calibro di Ibm e Microsoft, ha aperto le porte dell’azienda, dove l’età media è intorno ai trent’anni, ha presentato Jeroen De Wit, Co-Founder e CEO di Teamleader, in videocollegamento che ha sottolineato come l’intento di Teamleader sia di creare vere e proprie community locali. “Non vogliamo solo avere squadre di colleghi locali, ma vogliamo applicare lo stesso approccio al nostro prodotto attraverso integrazioni con software locali. In questo modo sarà ancora più facile per le Pmi digitalizzarsi”, dice De Wit.

Teamleader
Teamleader

Se l’Europa è già da tempo scenario di quel processo di digitalizzazione che rende le imprese competitive, “in Italia la sfida è ancora più grande, perché significa prima di tutto accompagnare la piccola e media impresa verso un’apertura, consapevole ed efficace, ai processi di business del mercato online contemporaneo – dichiara Morandini – e aggiunge ma siamo certi di poter aiutare le aziende in questo percorso perché la nostra esperienza si basa sulla nostra stessa storia aziendale”.
“Le aziende si devono concentrare su quello che piu conta nella loro strategia: costruire relazioni dentro l’azienda, collaborare e organizzare il lavoro. Non abbiamo un focus sul mercato americano – spiega Morandini – ma concentrarci sulle aziende europee e Pmi. In Italia ora siamo più di 150 dipendenti;1800 clienti italiani per 22 mila contatti. In Francia apriremo una sede dopo l’estate”.Teamleader4

Teamleader spiega che il cliente ottimale è l’azienda che va da due a 50 dipendenti e le aziende che forniscono prevalentemente servizi. “Siamo una piattaforma aperta – spiega Morandini – e sui servizi siamo compatibili con i mercati di riferimento; siamo un prodotto modulare e la nostra base è il Crm; il modulo è il project management, fatturazione e ticketing”. Morandini si dice ottimistra, grazie all’effetto propulsore del piano Industry 4.0 che darà un effetto propulsore alla digitalizzazione delle Pmi e quindi a uno sviluppo del software della società. “La nostra è una piattaforma aperta madatohe molti clienti avevano esigenze specifiche abbiamo creato partnership con vendor e system integrator come Microsoft, Google, LinkdIn, Dropbox, che sono le più utilizzate da ogni paese dove sigliamo partnership con vendor locali”.

Teamleader continua ad assumere e, per la fine dell’anno, saranno 13 le persone che faranno parte del team, anche se tutto dipenderà dalla crescita dell’azienda stessa. L’offerta base per le imprese clienti costa 25 euro al mese per due utenze per il Crm, poi la vendita media è di 300 euro all’anno, spiega Morandini.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore