Tecnologia a 90nm: VIA sceglie IBM come Foundry Partner per i propri processori

Stampanti e perifericheWorkspace

«Esther», sarà prodotto utilizzando le avanzate tecnologie di IBM a 90
nm SOI e low-k, in grado di assicurare performance più elevate e un
minor consumo energetico.

VIA Technologies annuncia di aver scelto IBM Microelectronics quale foundry partner per i nuovi processori VIA con core «Esther» previsti per la seconda metà del 2004. Alla base della scelta di questa partnership sta l’adozione da parte di IBM delle tecnologie produttive più avanzate, come le connessioni in rame, silicon-on-insulator (SOI) e l’utilizzo di materiale dielettrico a bassa costante k (low-k) insieme all’innovativo processo a 90 nm. Queste tecnologie sono state progettate per ridurre il consumo di energia e consentire contemporaneamente una frequenza di lavoro di 2 GHz e oltre, pur mantenendo lo stesso thermal envelope degli attuali processori di casa VIA. La transizione dalla tecnologia a 130nm verso quella a 90nm offre nuove opportunità per il potenziamento delle prestazioni ed il risparmio energetico. Diminuendo le distanze interne percorse dai segnali elettrici si riducono anche i consumi di energia, mentre la tecnologia costruttiva low-k introdotta da IBM garantisce un incremento di circa il 30% delle prestazioni del computer, aumentando la velocità dei segnali all’interno del chip. Analogamente la tecnologia SOI CMOS (Complementary Metal Oxyde Semiconductor) di IBM limita il «transistor leakage», assicurando un ulteriore miglioramento delle performance tra il 20% e il 35% ed una riduzione del consumo di energia. I processori di prossima generazione di VIA saranno realizzati negli avanzati stabilimenti di produzione di wafer da 300 mm situati ad East Fishkill, N.Y. Le piattaforme basate su processori a basso consumo di VIA agevolano l’innovazione in diversi ambiti ed in particolare nel segmento dei dispositivi dedicati al mondo home, office e mobile, che sono frutto della convergenza tra differenti tecnologie. Dai PC desktop ultra silenziosi agli evoluti media center per la casa e la strumentazione dell’auto, un numero sempre maggiore di sviluppatori trae vantaggio dall’efficienza fisica e termica dei processori VIA. Il crescente interesse verso soluzioni sempre più piccole e silenziose in grado di soddisfare le necessità nell’ambito multimediale richiedono continue innovazioni tecnologiche; per questo motivo i nuovi processori di VIA giocheranno un ruolo fondamentale nel favorire l’affermazione di nuove tecnologie sul mercato e contribuiranno a realizzare nuove applicazioni per piattaforma x86. Unendo buone doti di affidabilità e di risparmio energetico a performance di elevato livello, la nuova architettura con core «Esther» assicurerà un incremento delle prestazioni pur garantendo un basso consumo, promuovendo lo sviluppo di soluzioni «convergenti» innovative. La nuova generazione di processori con core «Esther» sarà prodotta da IBM, mentre Taiwan Semiconductor Manufacturing Corporation (TSMC) continuerà a produrre le linee di CPU già esistenti così come chipset e soluzioni per la comunicazione, il networking e il multimedia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore