Tecnologie senza controllo

Workspace

La ricerca Logitech scrive che le case degli Italiani sono oggi piene di tecnologie costose che la maggior parte delle persone non sa come gestire

Secondo Logitech le case degli Italiani sono oggi piene di tecnologie costose che la maggior parte delle persone non sa come controllare e gestire.

È stato rilevato che gli Italiani possiedono televisori, impianti Hi-Fi, lettori video e DVD, registratori digitali e decoder satellitari per un valore che si aggira sui 26,05 miliardi di euro, anche se probabilmente il totale reale è superiore di diversi miliardi. Nonostante questo, nel 13% delle famiglie solo una persona è in grado di usare i dispositivi presenti.

Un numero cospicuo di utenti non è ancora in grado di attivare semplici funzioni come guardare un DVD o registrare un programma televisivo.

La fonte del problema è la complessità delle tecnologie presenti negli ambienti domestici: per esempio, il 53% delle famiglie dispone di cinque o più telecomandi, mentre l’88% tre o più. Ancora oggi 1 italiano su 5 adotta una soluzione tutt’altro che tecnica per questa difficoltà: trascrivere indicazioni per i propri familiari per spiegargli come utilizzare i diversi sistemi, proprio come un libretto di istruzioni.

Logitech risolve questa complessità con la gamma di telecomandi universali Harmony. Secondo i dati GFK, il settore dei telecomandi intuitivi e pre-programmabili è cresciuto del 31% anno su anno in termini di valore nei tre maggiori mercati europei: Francia, Germania e Regno Unito. I telecomandi universali come Harmony stanno sostituendo i diversi e numerosi dispositivi che creano confusione nei salotti domestici. Harmony One ha ricevuto il premio “CES 2008 Design and Engineering Award”: “Best of Innovations” per la categoria Accessori Home-Entertainment.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore