Telecom Italia anticipa il raggiungimento degli obiettivi

AziendeMercati e Finanza
Telecom Italia anticipa il raggiungimento degli obiettivi
0 0 Non ci sono commenti

La copertura della rete mobile 4G ha raggiunto oltre il 95% della popolazione mentre la rete fissa in fibra ha coperto il 56% della popolazione a ottobre. Target di fine anno conseguiti in anticipo da Telecom Italia

Telecom Italia raggiunge in anticipo gli obiettivi di fine anno. Si tratta della trimestrale migliore dal 2007, con fatturato in crescita. Il fatturato si attesta a 4,8 miliardi di euro e registra un incremento dell’1,4%, pari a 66 milioni di euro rispetto al terzo trimestre 2015. L’utile netto ammonta a 505 milioni di euro, in aumento rispetto ai 495 milioni nel terzo trimestre del 2015.

Telecom Italia anticipa il raggiungimento degli obiettivi
Telecom Italia anticipa il raggiungimento degli obiettivi

Telecom Italia anticipa il raggiungimento degli obiettivi di fine anno: “Il turnaround di Tim sta procedendo a passo spedito e stiamo conseguendo eccellenti risultati in anticipo rispetto alle attese, a conferma della bontà delle iniziative intraprese”, ha precisato il presidente Giuseppe Recchi. Il business domestico è pari a 3,8 miliardi, in salita dell’1% rispetto allo stesso periodo del 2015. L’Ebitda è di 2,2 miliardi, in crescita dell’8,5% rispetto all’analogo periodo del 2015; il dato domestico si attesta a 1,8 miliardi (+ 7,9% rispetto al trimestre 2015); l’Ebit è di 1,1 miliardi (+6,2% rispetto al trimestre 2015). L’indebitamento finanziario scende di 779 milioni di dollari a 26,7 miliardi.

La copertura della rete mobile 4G ha raggiunto oltre il 95% della popolazione mentre la rete fissa in fibra ha coperto il 56% della popolazione a ottobre, raggiungendo in entrambi casi, con largo anticipo, il target previsto per la fine del 2016″, ha commentato l’ad Flavio Cattaneo.

Se comprendiamo le cosiddette aree bianche, questo significa che copriremo l’intero paese a 200 megabit al secondo o più in anticipo” sui tempi: l’ultra-broadband è rivista al rialzo dal 56% al 60% per quest’anno e dal 75% a circa l’80% per il prossimo. Il gruppo crede “fermamente in un approccio di banda ultralarga multi-tecnologico”, sostiene Cattaneo: “Stiamo aumentando la copertura del Ftth (Fiber to the home n.d.r.) da 30 a 50 città”. Con l’Ftth “stiamo raggiungendo quota 1 milione di siti raggiunti”, sono stati aggiunti i “piani per Milano”.

Le linee fisse perse sono a quota 100 mila nel terzo trimestre, si sono quasi dimezzate rispetto alle 173 mila perse nello stesso periodo del 2015. Telecom Italia conferma l’obiettivo per il 2018 di tagliare il rapporto debito/ebitda sotto 2,7 volte senza ricorrere a cessioni di asset.

WhitePaper – Sei interessato ad approfondire l’argomento? Scarica il Whitepaper: Identifica il valore, i rischi e i costi dei tuoi dati

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore