Telecom Italia è interessata alla Germania, ma apre a Tiscali

Aziende

Le trattative con la tedesca Versatel non sono fantasia, ma dalla Francia Telecom uscirà definitivamente. Per le reti Ngn serve un’alleanza di tutti gli operatori

L’Ad di Telecom Italia, Franco Bernab è, in un’intervista a Repubblica, risponde indirettamente alle critiche degli operatori alternativi (capeggiati da Vodafone) contro il suo progetto di apertura della rete , che ha incassato un primo ok dall’AgCom: l’Amministratore delegato chiede un ‘alleanza di tutti gli operatori, per una nuova rete tlc, per evitare che il collasso dell’infrastruttura. “Ci vuole un patto di sistema che assicuri il cash flow necessario a finanziarie una nuova rete tecnologicamente avanzata” dice l’AD.

Ma non si limita a parlare di piani industriali e reti Ng n, Bernabè spazia anche su l futuro di Telecom. Sulle trattative con Versatel, risponde che “In Germania siamo interessati a creare valor e. Il mercato si sta integrando e non staremo certo fermi nell’attuale posizione“. Dalla Francia, invece, il gruppo uscirà definitvamente, con la vendita di Alice France : “Non ci sono le condizioni per competere adeguatamente“.

Secondo il Corriere della Sera di sabato, Telecom Italia, affiancata da Deutsche Bank, avrebbe proposto ad Apax di mettere insieme le proprie controllate tedesche Hansenet e Aol Germany con Versatel (controllata al 43% dal fondo Usa) tramite un’operazione carta contro carta.

Nel 2006, aancora nell’era di Tronchetti Provera, prima della cessione a Telefonica e a una cordata di banche italiane, Telecom Italia maturava interessi da Media company, acquisendo Aol Germany .

Su Tiscali si registra una cauta e limitata aperturaStiamo seguendo e valutando molto da vicino la situazione della vendita” della società,

risponde stringatissimo Bernabè.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore