Telecom Italia e scorporo rete, il governo corre ai ripari

AziendeMarketing
PiùBorsa: iPO scontata per le PMI
0 0 Non ci sono commenti

Il governo Letta cerca le contromisure per mettere al sicuro la rete e di modificare la normativa sull’obbligo di Opa con la Golden Share. Obiettivo: obbligare Telefonica a lanciare un’Opa su Telecom

Il governo Letta, in queste ore in fibrillazione per le ipotesi dimissionarie dei parlamentari Pdl, cerca di blindare la rete di Telecom Italia, calando il jolly della Golden Power e dello scorporo della rete. Il governo Letta cerca di mettere al sicuro la rete e di modificare la normativa sull’obbligo di Opa, oggi escluso perché Telco possiede meno del 30% dell’ex monopolista. Ma il Tesoro lavora per estendere il Golden Power al settore delle Tlc. Il governo vuole far scattare l’obbligo di offerta, visto che con le regole attuali, Telefonica non ha invece alcun obbligo a lanciare un’Opa su Telecom. Invece Telefonica pagherà appena 850 milioni di euro, versandone subito solo la metà, per assicurarsi il controllo de facto di Telecom grazie al pacchetto del 22 per cento detenuto da Telco.

Il tempo c’è: da qui al 31 dicembre. Tutti concordano sul fatto che non va difesa l’italianità, un concetto anacronistico; ma che bisogna effettuare lo scorporo della rete e abbassare la soglia d’Opa.

Lo studio di contromisure per una riduzione della soglia d’obbligo per l’Opa hanno creato le condizioni per il rimbalzo del titolo di Telecom Italia, ieri +4,1%.

Il Tesoro vuole blindare la rete Telecom Italia e modificare regole sull'Opa
Il Tesoro vuole blindare la rete Telecom Italia e modificare regole sull’Opa
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore