Telecom Italia sfida il mercato francese del broadband

NetworkProvider e servizi Internet

Telecom Italia France, società controllata al 100% da Telecom Italia commercializzerà i propri servizi in 4 importanti aree metropolitane: Parigi, Marsiglia, Nizza e Lione.

Telecom Italia ha annunciato che la strategia di Telecom Italia France si svilupperà attraverso l’unbundling del local loop grazie ad un’infrastruttura di rete propria basata sul protocollo IP. La compagnia ha deciso di rafforzare la propria presenza internazionale puntando al mercato francese dei servizi broadband, un mercato in forte sviluppo e con grande potenzialità di crescita. Con il lancio dei servizi broadband in Francia, Telecom Italia vuole aprire nuove prospettive nel mercato della larga banda e nei servizi a valore aggiunto sfruttando le proprie capacità e i propri asset in termini di marketing, gestione di canali commerciali, competenze tecnologiche e di servizi al cliente. In uno scenario internazionale che esprime oggi nuove potenzialità grazie alla larga banda che risulta in forte crescita sia nell’accesso sia nei servizi a valore aggiunto, creando spazi competitivi che sono legati, più che in passato, all’innovazione dell’offerta e alla qualità del servizio al cliente, Telecom Italia punta decisamente sull’unbundling nel mercato francese. Ciò gli consentirà il pieno controllo di tutte le componenti tecnologiche e di servizio nonché una relazione completa ed esclusiva con il cliente. Per le attività riguardanti il progetto di sviluppo ed espansione dell’offerta broadband in Europa, Telecom Italia ha previsto investimenti compresi tra i 500 e i 600 milioni di euro nel triennio 2003-2005. In particolare, il mercato broadband in Francia presenta oggi tassi di crescita fra i più interessanti d’Europa. Le stime degli analisti prevedono che il mercato francese dell’Adsl conoscerà uno sviluppo esponenziale nei prossimi anni fino a raggiungere un valore di 5 miliardi di euro entro il 2006. Ad oggi in Francia gli Internet users sono 9.297.000 di cui 1.807.000 dotati di un collegamento Adsl (fonte AFA). La Francia è al secondo posto in Europa per numero di collegamenti a larga banda. Nel 2006 il numero di utilizzatori dell’Adsl dovrebbe crescere a 8,5 milioni (di cui 5,7 milioni grazie alla tecnologia DSL). Secondo queste stime, il 50 per cento dei navigatori in Internet utilizzerà l’Adsl, mentre il 25% delle linee fisse sarà dotato di un collegamento broadband. Telecom Italia France è guidata da Riccardo De Angelis (fino ad oggi responsabile della Business Development International di Telecom Italia Wireline) e ha sede legale a Parigi. La principale sede operativa è a Marsiglia ma sono previste sedi commerciali in tutte le città raggiunte dall’offerta, attualmente Parigi, Marsiglia, Nizza e Lione. A regime, l’organico sarà di circa 500 dipendenti. Considerando l’indotto e i canali di vendita indiretta le risorse occupate saliranno a circa 2000. Telecom Italia France gestisce un asset tecnologico costituito da uninfrastruttura di rete che, tra backbone e anelli metropolitani, si articola su 1.900 km di fibra ottica. L’infrastruttura, interamente progettata per erogare i servizi di nuova generazione disponibili su protocollo IP, sarà ampliata gradualmente con la realizzazione di POP nelle aree di copertura previste. Il principale partner tecnologico è Alcatel.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore