Telecom Italia: si alza il sipario sul riassetto

Aziende

Alla conference call il numero uno Tronchetti Provera ha annunciato lo
scorporo di Tim. Sindacati sul piede di guerra

Scorporo sì, scorporo no: Telecom Italia alla conference call di ieri sera ha comunicato che Tim torna a essere autonoma, con il voto all’unanimità del Consiglio di amministrazione. La riorganizzazione sarà messa a punto entro sei mesi. L’integrazione fra telefonia fissa e mobile all’italiana tramonta. Dopo la cessione di Tim Brasile (che vede Telefonica in pole position) che alleggerirà Pirelli, permettendole di sgravarsi dei 30 miliardi di debiti che gravano sulla filiera societaria, toccherà a Tim essere scorporata. Telecom Italia scopre il fascino del mercato dell’informazione e vuole integrare Web, tv e telefonia: il core business della società diventa la fornitura di contenuti su piattaforme multimedia li. Tronchetti Provera ha annunciato due società: una a cui farà capo la rete per accesso locale, l’altra per la telefonia mobile. Su Tim è stata solo approvata la riorganizzazione, senza altre decisioni in merito. E Tronchetti Provera, dal canto suo, non accenna commenti dietro una probabile vendita di Tim ma si lascia sfuggire una frase del tipo: ” Abbiamo solo creato una nuova società. Per ora non c’è altro”. I sindacati rispondono all’annuncio con lo sciopero. Lo sciopero, da effettuarsi entro il mese, è stato annunciato dal comunicato unitario delle organizzazioni Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil, preoccupati dai rischi occupazionali del riassetto. Il nuovo assetto di Telecom Italia scommette sull’alleanza con Sky di Rupert Murdoch, per offrire contenuti, dai servizi alla tv, dallo sport ai film, attraverso la banda larga, e in particolare, un contratto per offrire i film della 20th Century Fox sul canale “Alice Home Tv”. Telecom si trasforma in media company: punta a diventare un forte gruppo editoriale rappresenta da contrapporre a Mediaset-Mondadori di Silvio Berlusconi, a Rcs fino al gruppo Espresso-Repubblica. Tim sarà invece scorporata. Nel frattempo i commissari delle Autorità Tlc hanno domandato al presidente Calabrò di promuovere in tempi brevi l’audizione dei vertici di Telecom Italia: già è stata convocato, per giovedì mattina, il consiglio della Authority che si interesserà dei nuovi assetti della società telefonica. La spagnola Telefonica ha infine opposto un no comment alla richiesta di chiarimenti su un eventuale interesse a divisione cellulari della Tim. Anche il fondo americano di private equity Carlyle sarebbe in lizza per rilevare asset eventualmente messi in vendita dalla nuova Telecom.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore