Telecom Italia va dall’Authority Tlc

NetworkProvider e servizi Internet

Avviato il confronto sulle condizioni di accesso alla rete fissa

I vertici di Telecom Italia si sono recati dall’Authority per le tlc di Corrado Calabrò. Nell’audizione è stata sottolineata la necessità di trasparenza nell’accesso alla rete fissa. Sullo scorporo e la eventuale cessione di Tim l’Autorità non ha particolari interessi, ma a preoccupare l’Authority per le tlc è il miglioramento della trasparenza delle condizioni di accesso alla rete fissa. Telecom Italia e Authority hanno inoltre condiviso d’intraprendere un confronto sul percorso da sviluppare, finalizzato, nell’ambito della competenza istituzionale dell’Autorità, ad una modulazione degli impegni e delle condizioni regolamentari, con salvaguardia del contesto concorrenziale. Una volta scorporata la rete, si presentano due possibilità principalmente: l’ipotesi di una vendita; soluzione ?all’inglese? sul modello di Openreach (la società di proprietà di Bt, ma indipendente, che gestisce la rete e guidata da un board di controllo con membri esterni, tra cui figurano componenti dell’Autorità Ofcom).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore