Telecom-Telefonica, matrimonio in bilico?

Workspace

Nel 2010 scadrà il patto di sindacato che lega i soci Telco, la cordata italo-spagnola che controlla Telecom. Quale futuro si prspetta per l’ex monopolista?

Mente il mondo sfrutta la recessione per spingere l’acceleratore sulla banda larga a 100 Mbit e colmare il Digital Divide, in Italia si è smesso di parlare di reti Ngn, divario digitale e broad band: appuntamento rimandato, si teme, con gravi ripercussioni per il sistema-paese.

Anzi si profila il divorzio Telecom-Telefonica: nel 2010 scadrà il patto di sindacato che lega i soci Telco, la cordata italo-spagnola che controlla Telecom, e pare che Telecom e Telefonica non ne vogliano più sapere di stare insieme, dopo i tafferugli in Argentina e Brasile. Lo riporta Affari & Finanzadi Repubblica.

Se salta il matrimonio, pochi sembrano rimpiangere il salvataggio, naufragato, da parte di At&t e di Carlos Slim. Tuttavia quale futuro si profila per l’ex monopolista Tlc? Arriverà un nuovo socio a difendere l’italianità ? Tornerà a galla il gossip su Mediaset ? Oppure Rupert Murdoch ? Insomma, dall’era di Tronchetti Provera, sembra che i passi avanti siano stati davvero minimi.

Il tutto, mentre il mondo avanza verso la banda super larga a 100 Mbit, e l’Italia guarda alla finestra.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore