Telefonia e banda larga, l’Antitrust indaga su Telecom

Autorità e normativeNormativa

Lo spettro dell’abuso di posizione dominante si aggira nei mercati della telefonia e della broad band. Le denunce sono state presentate da Fastweb e Wind

L’Antitrust prende di mira Telecom Italia, avviando un’istruttoria nei confronti dell’ex monopolista per possibile abuso di posizione dominante.

L’istruttoria riguarda telefonia e banda larga e dovrà verificare se le strategie di Telecom Italia in questi mercati sono volte a ostacolare i propri concorrenti.

Le denunce, che hanno dato il via all’istruttoria Antitrust, sono state sporte da Fastweb e Wind. Telecom Italia reagisce respingendo le accuse, ma dichiarando disponibilità a collaborare con l’Antitrust.

Secondo il Garante, Telecom può attingere a informazioni e dettagli sulle abitudini di consumo dei clienti, tali da fornire un vantaggio competitivo.

La promozione di offerte selettive, e non universali, rivolte ai propri clienti in transizione o già passati ad altro operatore, può costituire, al contrario, una forma di abuso di posizione dominante, con l’effetto di escludere i concorrenti.

Entro il 31 dicembre 2008 verrà chiuso il procedimento.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore