TelePA qualcosa in piu di un semplice sito web

Marketing

Interessante iniziativa del Dipartimento della Funzione Pubblica e del Formez diretta a sfruttare al massimo le potenzialita del web al fine di garantire uninformazione diretta alloperatore pubblico tecnologicamente avanzata.

ROMA. Il 20 settembre p.v. nellambito del Com-PA di Bologna verrapresentata, tra gli eventi speciali della manifestazione, liniziativa TelePA, promossa dal Dipartimento della Funzione Pubblica e dal Formez, in collaborazione con Euform (per le infrastrutture) e con E-Biscom (per la parte giornalistica) che ha lobiettivo di creare una vera e propria testata informativa di settore per la Pubblica Amministrazione tecnologicamente avanzata e di elevata qualita giornalistica. In altri termini collegandosi al sito www.telepa.it sara possibile gia dal 18 settembre vedere ogni giorno alle ore 12.00 un notiziario interamente dedicato alla Pubblica Amministrazione. Ma lambizione degli ideatori del progetto mira a qualcosa di piu e cioe ad ottenere un portale che al valore di un TG quotidiano (fruibile via satellite nelle sedi attrezzate e on-demand dal web) aggiunge quello di notizie, informazioni, approfondimenti su leggi, circolari e direttive, report di iniziative promosse da Anci, Upi, Uncem e Regioni. Molto interessante questa iniziativa del Dipartimento della Funzione Pubblica in piena sintonia con il noto piano di e-government curato dal Ministero per lInnovazione e le Tecnologie. Con TelePA si mira a creare un flusso di comunicazione costante, attraverso la valorizzazione di quei contenuti significativi per il dipendente pubblico sia centrale che locale e la predisposizione di un canale informativo che possa essere il piupossibile chiaro, esaustivo, coerente. Oggi grazie alle nuove tecnologie tutto questo e possibile sfruttando al massimo le potenzialita del web e del resto gia nel Documento di Programmazione economico-finanziaria per gli anni 2003 – 2006 presentato dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e dal Ministro dellEconomia e delle Finanze Giulio Tremonti e deliberato dal Consiglio dei Ministri il 5 luglio 2002, viene dedicata molta attenzione al settore delle comunicazioni dove il Governo si impegna a definire il nuovo assetto regolatorio del settore, ormai riferito al complesso delle reti di comunicazione elettronica. Di conseguenza assumono nei progetti del Governo primaria importanza laccesso alla larga banda, lUMTS e la televisione digitale terrestre come nuove reti digitali terrestri, rispetto a cui e urgente definire il necessario quadro di riferimento per gli operatori ed il mercato. Le stesse reti vengono considerate dal Governo convergenti tra loro ed in grado di supportare i nuovi servizi interattivi, consentendo la piena transizione verso la Societa dellinformazione. [ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore