Telvia vince su Telecom, per ora. Ma dietro l’angolo ci sono altri black out in agguato

NetworkProvider e servizi Internet

Il Tribunale di Roma ha emanato un provvedimento d’urgenza in cui ordina a
Telecom di riprendere immediatamente l’esecuzione di tutti i contratti in essere
con Telvia. Vnunet ha intervistato Guido Scorza, avvocato che segue Telvia

Dopo Elitel, Intratec/Vira ora Telvia si è vista staccare la linea da Telecom, ma non per molto. Infatti il Tribunale di Roma ha emesso un provvedimento d’urgenza in cui impone a Telecom di riprendere le forniture di servizi a Telvia, sostenendo che la stessa Telecom non ha il diritto di sospendere unilateralmente la fornitura del servizio.

“Stiamo notificando in queste ore il provvedimento a Telecom Italia – spiega Guido Scorza, l’avvocato che segue il caso Telvia – con la speranza che domani o al massimo dopodomani riallacci Telvia”. Ma lo “scontro” tra Telecom e le società come Telvia, può essere paragonato a quello di Davide contro Golia, quindi, secondo l’avvocato, a questo punto bisognerà aspettare la contromossa di Telecom.

“In questo momento – sostiene Scorza – Telecom deve dare esecuzione al provvedimento d’urgenza, mentre il 9 agosto è fissata l’udienza per la modifica o la revoca dello stesso documento e in quel momento potrebbe accadere di tutto“. E’ opinione dell’avvocato che per quella data, Telecom Italia giocherà tutte le sue carte, ipotizzando il fatto di essere creditore di centinaia di migliaia di euro da Telvia e per questo motivo sarebbe giustificata una cessazione dell’erogazione dei servizi. Ma starà poi al giudice decidere.

“So che in circolazione ci sono altri operatori nella stesa situazione di Telvia, con debiti effettivi nei confronti di Telecom Italia, ma il vero problema è capire come si sia generato questo debito. Vero è – continua Scorza – che Telecom ha spedito fatture sostanziose molto difficili da interpretare e controllare e, considerando i servizi per cui si sta discutendo, gli operatori come Telvia non si sentono obbligati a pagare cifre da capogiro senza comprendere; preferirebbero capire meglio gli importi e pagare il giusto. Ma discutere questo con Telecom è impossibile perché è come paragonare Davide contro Golia, per cui, come è accaduto a Telvia, la situazione ‘tira e molla’ di sofferenza si è protratta per alcuni mesi e si è arrivati ad agosto, quando Telecom ha deciso di staccare la spina”.

L’avvocato non esclude un parere sul ruolo dell’Agcom. ” Secondo me l’Agcom dovrebbe intraprendere un’azione più energica. Chiamare Telecom e gli operatori, metterli attorno a un tavolo e consentire che si analizzino i diversi attori. In questo momento – spiega Scorza- l’Agcom è l’unico organismo che potrebbe aprire un tavolo di negoziazione serio in cui cifre alla mano imponga un determinato comportamento sia a Telecom sia agli operatori che vogliono pagare il giusto e continuare a erogare il servizio “.

Secondo l’avvocato – “la situazione capitata, ultima a livello cronologico, a Telvia, non risparmierà altri operatori simili, forse altri sei che già si aspettano, da parte di Telecom, iniziative analoghe a quelle di Elitel, Intratec e Telvia. Sembra che alcuni operatori abbiano già ricevuto delle comunicazioni scritte nelle quali si preannuncia che tra il 2 e il 7 agosto potrebbero esserci chiusure”.

Il caso, racconta l’avvocato a Vnunet, ha voluto poi che Telvia ricevesse comunicazione d’avvenuta cessazione del servizio da parte di Telecom, il giorno successivo all’effettiva cessazione. “Anche Telvia – racconta Scorza – aveva ricevuto lettere di questo tipo, da maggio a luglio scorso, nelle quali Telecom avvisava che da qui a sette giorni avrebbe staccato il servizio, tuttavia contestando queste lettere, dopo i sette giorni tutto sembrava normale, fino ad arrivare all’altro giorno in cui le linee non funzionavano più. A quel punto – continua Scorza- Telvia ha chiamato il call center Telecom il quale avrebbe risposto della presenza di un solo guasto tecnico. Peccato che il fax con l’ufficializzazione del blocco da parte di Telecom ci sia arrivato solo il giorno successivo alla cessazione del servizio”.

Dì la tua in Blog Cafè: Telvia, Vira, Elitel e…

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore