Tempi stretti per Wind?

Aziende

Dopo le dimissioni dell’ex Ad Pompei, Wind si ritrova con debiti in scadenza

Il Financial Times usa parole pesanti e non utilizza mezzi termini, definendo Wind una “società sovraccarica e con debiti in scadenza”. Si sono appena consumate le dimissioni di Tommaso Pompei, e il nuovo Amministratore delegato ad interim scopre dalle colonne del prestigioso quotidiano che “il rifinanziamento da 9,3 miliardi di euro è incompleto“. Viene inoltre analizzata la posizione di Naguib Sawiris, ma soprattutto l’esposizione di Deutsche Bank, Abn Amro e San Paolo Imi per 3 miliardi di euro: sempre secondo la stampa internazionale, è rischiosa una simile esposizione priva di “potere di controllo”. Quindi, Wind rimane sorvegliata al microscopio dal mondo finanziario e dalle società di analisi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore