Teradata Warehouse Miner cresce

CloudServer

La società ha reso disponibile la nuova versione 5.1 della soluzione che
permette di integrare la tecnologia di data-mining di fornitori differenti

La divisione di NCR Corporation Teradata, ha annunciato la disponibilità del Teradata Warehouse Miner 5.1, che permette di eseguire e integrare la tecnologia di data-mining di fornitori differenti all’interno del sistema di Enterprise Data Warehouse della società. La tecnologia di Teradata identifica relazioni e meccanismi che possono essere desunti dall’analisi dei dati e che vengono utilizzati per prevedere comportamenti ed eventi. Diventa quindi possibile, per un’azienda, capire meglio il comportamento dei propri clienti, identificare occasioni impreviste e prevedere opportunità e problemi prima che si verifichino. Oltre a introdurre la tecnologia dei propri partner nel Teradata Warehouse Miner, Teradata ha scelto da tempo di ottimizzare il processo di data-mining integrando le proprie soluzioni con i prodotti di aziende come KXEN, SAS, SPSS e Fair Isaac. Si tratta di aziende che utilizzano il linguaggio Predictive Model Markup Language (PMML), basato su XML, per sfruttare la potenza del warehouse di Teradata. Il PMML è un linguaggio aperto, standard, che permette ai clienti di condividere tra diverse applicazioni i vari modelli di analisi, dando la possibilità di trasferire facilmente modelli di analisi che operano su desktop o su server, per eseguirli all’interno del warehouse di Teradata.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore