Tesla rende più sicuro il pilota automatico

Internet of EverythingNetwork
Tesla rende più sicuro il pilota automatico
0 4 Non ci sono commenti

Tesla rilascerà la versione 8 del software Autopilot, per prevenire il rischio d’incidenti. Facciamo il punto sulle sperimentazioni con la guida autonoma

Il Ceo di Tesla, Elon Musk, ha aggiornato il sistema di guida semi-autonoma Autopilot. L’azienda automobilistica rende più sicuro il pilota automatico, introducendo nuovi limiti alla guida a mani libere ed altre migliorie che avrebbero evitato l’incidente mortale dello scorso maggio. L’update, che dimezzerà il rischio di incidenti, sarà disponibile nelle prossime settimane, in modalità “over-the-air”. Tesla rilascerà la versione 8 del software: Autopilot si trova su Model S e X, prodotti dal 2014 e la nuova release aggiusterà la velocità su strada, combinando tecnologie di imaging, sonar e sensori radar. L’Autopilot 8.0 non deve offrire un falso senso di sicurezza, ma sfrutterà in maniera più efficiente il radar per prevenire problemi. L’aggiornamento impedirà di utilizzare temporaneamente i sistemi ai guidatori che non rispondono ai sistemi acustici per riprendersi il controllo della vettura.

Tesla rende più sicuro il pilota automatico
Tesla rende più sicuro il pilota automatico

In tema di self-driving car, Google ha brevettato un sistema che permette alle auto senza pilota di riconoscere i veicoli delle autorità, in modo tale da accostarsi subito al marciapiede, per i relativi controlli o per consentire alla vettura il sorpasso in caso di emergenze.

Nei giorni scorsi, Volvo ha ufficializzato l’avvio a Drive Me, il test di driverless car su strade pubbliche. Il SUV Volvo XC90 ha sperimentato il programma di guida autonoma nella città di Goteborg. Le famiglie residenti in città saranno invitati a guidare la self-driving car sulle strade pubbliche della zona, in modo tale che Volvo riesca a raccogliere dati e suggerimenti da parte dei clienti reali. L’approccio della casa automobilistica è orientato all’utente finale, attraverso test nella vita reale, prima del lancio commerciale previsto attorno al 2021. La nuova Volvo V90 è dotata di tecnologia di guida semi-autonoma Pilot Assist, che corregge automaticamente la traiettoria dello sterzo, mantenendo la vettura allineata con le linee di demarcazione della corsia a velocità autostradali fino a circa 130 km/h.

Su Mercedes-Benz ha debuttato il sistema di parcheggio autonomo con attivazione a distanza, ma soprattutto il drive pilot. Esso è in grado di mantenere in automatico la distanza di sicurezza giusta rispetto ai veicoli, alla velocità fino a 210 km/h, ma anche di sterzare e di cambiare corsia sulle strade a scorrimento veloce, indirizzando l’auto sulla carreggiata decisa dal guidatore.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore