TEST: Acer Revo RL 100

PCWorkspace

Un nettop, ovvero un desktop portatile con prestazioni di fascia alta e touchpad estraibile con tastiera integrata wireless anch’essa touch. Scheda video nVidia ION per fruire pienamente di contenuti multimediali ad alta definizione. Nei negozi a 595 euro

A vederlo così lo si potrebbe prendere per un lettore DVD da tavolo o una console di gioco, al limite anche un decoder digitale terrestre: invece si tratta del nuovo desktop Acer Revo RL100, ultraslim, leggero e con caratteristiche hardware che nulla hanno da invidiare ai formati tradizionali. Lo chassis nero opaco non trattiene le impronte delle dita, rendendo il computer anche elegante nell’aspetto; nella confezione abbiamo trovato anche il supporto che tenere Acer Revo in posizione verticale e ridurre così ulteriormente l’ingombro, che di per sé è comunque trascurabile considerando le dimensioni contenute.

Girandoci intorno scopriamo le interfacce disponibili: frontalmente troviamo il pulsante di accensione, incastonato in un elemento cromaticamente separato dalla scocca e attivabile con un tocco molto delicato. Oltre al lettore di schede multimediali, una porta Usb 2.0 e il ricevitore RF a 2,4GHz per utilizzare la tastiera estraibile in dotazione.

Il touchpad-tastiera estraibile si collega a Revo tramite WiFi: non del tutto positivo il giudizio per quanto riguarda la usabilità
Il touchpad-tastiera estraibile si collega a Revo tramite WiFi: non del tutto positivo il giudizio per quanto riguarda la usabilità

E’ proprio quest’ultima una delle soluzioni apparentemente più innovative e curiose di Acer Revo: la rotella del volume è infatti parte integrante di un touchpad con tastiera retroilluminata che viene estratta dal case tramite un pulsante posto sul profilo sinistro. Se dal punto di vista del design la soluzione è effettivamente interessante, l’utilizzo ci ha lasciati perplessi: eccessivamente sensibile, la scrittura risulta davvero difficoltosa e poco pratica, con continua necessità di correzione. Si consiglia il collegamento di una tastiera tradizionale, così come di un mouse, perché il pad estraibile se attivato in modalità touchpad, non offre garanzie e ancora una volta non si mostra all’altezza.

Torniamo alle interfacce: completa la dotazione del profilo frontale l’unità ottica, ovvero lettore Blu-Ray combinato a masterizzatore DVD. Abbiamo già accennato al tasto di sblocco del touchpad posto sul fianco sinistro: a dire il vero la qualità dei materiali e dell’assemblaggio segna il passo in questo caso, poiché il pad si sgancia facilmente anche esercitando una leggera pressione, pur senza usare l’apposito tasto. E’ un aspetto da rivedere sicuramente.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore