TEST: Apple MacBook Pro con Intel Core i7

LaptopMobilityWorkspace

I MacBook pro con i nuovi processori Intel segnano l’evoluzione della specie dei notebook Apple. Prestazioni grafiche migliorate, più reattività, e durata della batteria oltre le 9 ore sono i benefici dell’adozione del processore Intel i7, affiancato da nVidia GeForce GT 330M

Si sa, il prezzo di partenza di un Mac è generalmente più elevato di quello di un notebook. E certamente la scelta del 15 pollici oggetto delle nostre prove parte da una considerazione comunque importante: il costo.
I MacBook Pro con il display da 15″ e i nuovi processori si portano a casa a partire da 1.749 euro (Intel Core i5), che salgono già a 2.149 euro se si preferisce Intel Core i7, come nel modello oggetto della nostra prova. Non sono bruscolini. Una volta sgombrato il campo dall’illusione che qualcosa di così bello possa anche essere regalato, anticipiamo subito che ‘il bello’ riserverà solo soddisfazioni. E la più immediata, una volta portata a termine la carica della batteria, è proprio data dall’autonomia che arriva ora a 9 ore, la seconda è ancora quella che amo personalmente definire ‘robustezza estetica’ data dal guscio in alluminio Unibody (un unico blocco) che porta il peso oltre i 2 Kg e mezzo (non è certo un’ultra portatile, anche per le dimensioni che in larghezza superano i 36 cm), ma unita ai dischi Ssd, disponibili con configurazioni ad hoc, eleva anche la sicurezza.

Un unico guscio in alluminio ospita tutte le componenti, i nuovi MacBook Pro sono disponibili con tre differenti tipologie di display
Un unico guscio in alluminio ospita tutte le componenti, i nuovi MacBook Pro sono disponibili con tre differenti tipologie di display: Lcd Glossy, Glossy Hi-Res e Antiglare
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore