TEST e SLIDESHOW Sony Xperia J, uno smartphone è per tutti

MobilityWorkspace
XperiaJ

Sony Xperia J è uno smartphone Android 4.0 di fascia media. Si caratterizza per il prezzo sotto i 250 euro a fronte di una buona qualità costruttiva, anche se lo smartphone non brilla per la velocità di prestazioni

Sarà il leit motiv per il 2013: smartphone con ottimi display da 4 pollici di diagonale, ma dal prezzo contenuto. In questo senso Sony Xperia J si allinea perfettamente al trend e viene proposto con il guscio in quattro differenti colorazioni (oltre al nero, bianco rosa e senape). Equipaggiato con Android 4.0.4, Sony Xperia J si caratterizza per la forma arcuata, il grip del guscio posteriore con finitura satinata, e un led nella parte bassa, in prossimità della cornice inferiore, che si illumina per notificare arrivi dei messaggi e altro. Con il peso intorno ai 130 grammi e dimensioni nella media (12,5x6cm e spessore inferiore a 1 cm), Xperia J propone un display Tft con risoluzione 854×480 pixel FWVGA, che non delude per brillantezza e luminosità.

Lo smartphone non è un fulmine di guerra: è dotato di un processore Qualcomm Snapdragon single-core, di soli 512 Mbyte di Ram con un comparto storage interno di 4 Gbyte di memoria, ma le applicazioni preinstallate e il sistema occupano circa la metà dello spazio. Non manca comunque la buona notizia della possibilità di espandere la memoria con schedine microSD. Non si pone quindi il problema dello storage, considerato anche che Sony propone 50 Gbyte di spazio in cloud per sempre (con un’offerta da attivare entro il 31 dicembre 2012).
Il supporto radio non prevede LTE e non è previsto l’utilizzo di Nfc, si tratta di uno smartphone quad band Hsdpa con Bluetooth 2.1 e WiFi n. La fotocamera posteriore ha un sensore da 5 Megapixel. Sono supportate inoltre le funzioni di videochiamata e videochat, grazie alla videocamera sul bordo anteriore, con sensore da appena 0,3 Megapixel.

Xperia J con il led luminoso di segnalazione alla base

Sony Xperia J, cosa si trova preinstallato

La differenza nella proposta di Sony rispetto a quella di altri vendor in effetti sta proprio nei servizi di corredo. La scelta del software preinstallato è in verità abbastanza ‘classica’ per uno smartphone Android. Notiamo però he si trova precaricato il browser Chrome, e chi cerca uno smartphone dalla vocazione multimediale non rimane deluso, pur con qualche limite soprattutto nel comparto video. Innanzitutto lo smartphone supporta DLNA che è sempre utile per lo scambio di flussi multimediali con altri dispositivi, televisori compresi. Sony precarica Music Unlimited, Walkman, PlayNow. E’ inclusa anche la Radio FM e la ricerca online dei titoli dei brani. Sony Xperia J soddisfa le esigenze di integrazione social come gli altri smartphone di questa fascia, con widget ad hoc, personalizzabili. Impostazione classica Android per le altre applicazioni base.

Sony Xperia J, impressioni e giudizio

Dal punto di vista costruttivo Sony Xperia J rappresenta una buona soluzione. Le finiture sono curate; lo chassis, considerata la fascia di prezzo, si dimostra abbastanza robusto, con un ottimo grip e una buona ergonomia complessiva. Buona soluzione quella del led sulla base per le notifiche. Dal punto di vista dell’ergonomia software, invece, non abbiamo apprezzato la collocazione del pulsante per il cambio tastiera (essa si può utilizzare anche in modalità Swipe) immediatamente adiacente a quello per far scomparire la tastiera dal display (è facile confondersi quando si passa ai caratteri speciali, premendo l’uno per l’altro).

Nel comparto multimediale: la fotocamera tende a esaltare i toni freddi, e il rumore di fondo in ambienti poco illuminati è abbastanza elevato. Bene il software di gestione. Discreta la velocità di visualizzazione delle pagine navigando sul Web. Lo smartphone non è molto reattivo nel complesso, bisogna tenere conto del processore economico, ma allo stesso tempo anche del prezzo davvero vantaggioso. Per questo si può perdonare la mancanza di reattività anche nelle operazioni comuni come quelle di ingrandimento durante la navigazione, per esempio. Invece è ottima la qualità complessiva audio, come anche quella dell’apparato di ricezione nel complesso.

La durata della batteria (da oltre 1.600 mAh) è leggermente superiore alla media. Non ci si deve preoccupare di arrivare a fine giornata. Contribuiscono un tempo preimpostato per lo spegnimento del display, quando non utilizzato particolarmente breve e il processore poco esigente.

Consigliamo questo smartphone a chi cerca una soluzione con un buon rapporto qualità/prezzo, e a chi cerca un buon device, valido qualitativamente soprattutto per l’ascolto della musica con le cuffie (gli altoparlanti invece non stupiscono per nulla), oltre che per le funzioni tipiche degli smartphone. Con il supporto Dlna alcune operazione di condivisione dei file multimediali con altre apparecchiature Sony già presenti in casa, risulterà ancora più facile.
Il difetto più grave sono i limiti di fluidità, un pubblico esigente da questo punto di vista deve essere anche pronto a mettere mano al portafoglio per spendere almeno il doppio è quanto costa uno smartphone di fascia alta.

Sony Xperia J A cuore aperto

Immagine 1 di 8

Sony Xperia J utilizza ancora la Sim di dimensioni tradizionali

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore