TEST: Hercules eCafè 900

LaptopMobility

Un umpc per il mercato consumer che si distingue per il supporto del Wi-Fi standard b/g/n e la batteria da 6 celle. Poco confortevole la tastiera, ma al solito ci si abitua con l’utilizzo. Contenuto il prezzo, 299 euro per la versione con Windows XP Home

eCafè 900 rivela la sua natura già dal nome: si tratta infatti dell’ultramobile pc di Hercules che si fa apprezzare per la comodità con cui può essere portato in giro e il supporto delle connettività Wireless b/g/n. Entriamo nei dettagli della prova e scopriamo le caratteristiche principali di questo netbook.

Descrizione

Hercules eCafè ha un aspetto discreto e il fatto che sia facilmente infilato in borsa è dimostrato dalle dimensioni contenute (22,4×16,8×6 cm inclusa la batteria) e dal peso non eccessivo (1,2 Kg) nonostante la batteria da 6 celle non sia certo trascurabile. Al suo interno è montato un processore Intel Atom N270 a 1,60 GHz e 1 GB di Memoria Ram. Il display è da 8,9 pollici con risoluzione massima 1024×600 e si rivela sufficientemente anti-riflesso anche in situazioni di elevata luminosità ambientale. Tastiera e touchpad sono forse i principali punti deboli di questo netbook: benché disposti su sei righe, i tasti risultano piccoli e non propriamente comodi per la scrittura, così come il touchpad non consente lo scorrimento delle pagine web con un semplice movimento del dito ai lati dell’area sensibile.

ecafe900tastiera.jpg

La tastiera di eCafè 900 è disposta su 6 righe, ma risulta abbastanza scomoda, specialmente al primo utilizzo. Occorre una certa abitudine dovuta alla ridotte dimensioni dei tasti

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore