TEST: Il 3D di Panasonic HDC-SD90 con VW-CLT1

AccessoriWorkspace

Panasonic propone videocamera e convertitore per poter riprendere i video direttamente in 3D in formato AVCHD e visualizzarli poi con gli occhialini e un televisore in grado di riprodurre il 3D side-by-side

Per riprendere videoclip in 3D la cifra da spendere è ampiamente sotto i 1.000 euro. La proposta di Panasonic con la videocamera HDC-SD90 e l’adattatore VW-CLT1, infatti, è disponibile nei negozi a un prezzo complessivo intorno ai 700 euro, con la videocamera che costa circa 100 euro più dell’adattatore (300 euro quest’ultimo, 400 euro circa la videocamera). Panasonic HDC-SD90 riprende in Full HD, è piccola e tascabile, dal peso inferiore ai 250 grammi; l’anello adattatore VW-CLT1, con le lenti di conversione 3D è da montare sulla videocamera, già predisposta con la filettatura adeguata sul bocchettone dell’obiettivo, e fornito sia con una custodia a parte sia con il coperchio di protezione.
Spieghiamo subito che la videocamera può operare anche senza l’anello adattatore. In questo caso svolge bene le sue funzioni e effettua riprese 2D con registrazione progressiva a 50 fps. Il sensore di immagine è 1/4,1″ MOS da 3,3 Megapixel. Anche per questa videocamera vale il discorso per cui si possono scattare foto (solo in JPG), ma non è questo lo scopo principale per cui nasce. Lo zoom ottico è un 21x (40x quello digitale), che in una fotocamera 35mm consentirebbe una ripresa con focale 34-720 (in formato 4:3).

Panasonic HDC-SD90, la lente di conversione 3D è opzionale, il prezzo del kit completo costa circa 700 euro
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore