TEST: Nokia N96

MobilityWorkspace

Un concentrato di tecnologia e multimedialità distingue N96: la memoria interna da 16 GB lo rende una fonte quasi inesauribile per musica, video e fotografie grazie alla fotocamera da 5 Megapixel. La batteria dalla scarsa autonomia e il prezzo elevato sono i punti deboli

Il mercato dei telefoni cellulari è in continuo fermento e non passa giorno che sugli scaffali non compaia qualche nuovo modello. Anche per questo motivo alcuni telefoni passano del tutto inosservati. Non è sicuramente il caso di Nokia N96: se il design è qualcosa di già visto (N95 su tutti), la dotazione hardware e software è quanto di più ci si possa aspettare da uno smartphone.

Caratteristiche

Nokia N96 si presenta come un doppio slider, come il fratellino minore N95, che rivela da un lato la tastiera alfanumerica, dall’altro la pulsantiera per il controllo dei contenuti multimediali. Anche per questo non può certo dirsi uno smartphone sottile con i suoi 103x55x18 mm e un peso di 125 grammi (leggermente più leggero del Nokia N95). Equipaggiato con sistema operativo Symbian S60 3rd Edition, è un QuadBand in modalità GSM e DualBand in UMTS, garantendosi così una continuità della copertura praticamente ai quattro angoli del mondo. Supporta le tecnologie GPRS, EDGE e HSDPA per il trasferimento veloce di dati.

nokian96.jpg

Ampio e luminoso il display da 240×320 pixel e 16 milioni di colori. La scocca in plastica non deve ingannare: nonostante si tratti di uno slider (anzi un doppio slider) non si avverte il minimo gioco dei componenti facendo scorrere le parti in entrambe le direzioni.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore