TEST: Nokia X3-02 Touch and Type

MobilityWorkspace

Non è uno smartphone, ha il tastierino numerico tradizionale, ma abbinato a un touchscreen resistivo da 2,4 pollici.Nokia X3-02 Touch and Type è un buon compromesso tra cellulari di vecchia e nuova generazione. Quel che si perde in termini di innovazione si compensa con facilità d’uso e prezzo, online a 179 euro

Forse non esiste una categoria per definire con precisione il Nokia X3 Touch and Type: non è uno smartphone, ma nemmeno un cellulare entry level, ha la tastiera fisica (non qwerty) ma anche il touchscreen, consente l’accesso ai social network, ma nulla a che vedere con i social-fonini già presenti sul mercato. Un ibrido insomma, una via di mezzo che se rischia di scontentare qualcuno, è pur vero che incontrerà di certo il favore dei nostalgici della tastiera che vogliono “provare” anche il touchscreen. Il prezzo è aggressivo, 179 euro dal sito ufficiale, segno che Nokia punta a fare grandi numeri con questo X3.

Descrizione

Nokia X3-02 Touch and Type è elegante d’aspetto, disponibile in tre colori (bianco, blu e nero), compatto e gradevole al tatto. Sta comodamente in una mano e consente con la stessa di digitare sms e telefonare. Peccato non sia prevista alcuna soluzione fisica per la navigazione tra i menu, un pulsante a quattro vie o un jog shuttle a scelta: per queste operazioni, così come per le eventuali configurazioni, si deve ricorrere necessariamente al touchscreen, con buona pace di chi era abituato ai “vecchi” tasti. Però la confidenza con il touchscreen passa anche e soprattutto da qui.

Nokia X3-02 Touch and Type

Il display touch resistivo non è particolarmente ampio, appena 2,4 pollici di diagonale, risoluzione 240×320 e 262mila colori. Appena sotto si trovano quattro tasti: avvio chiamata, accesso rapido ai messaggi e al player musicale, fine chiamata. Questi, come tutto il tastierino numerico tradizionale che completa il lato frontale del Nokia X3-02, si illuminano all’attivazione del display. Sul profilo destro un pulsante a due vie per la regolazione del volume e il blocca schermo. In alto l’ingresso per gli auricolari, la porta micro Usb per il caricabatteria e la presa per il caricatore tradizionale (quello a spina piccola degli ultimi modelli della serie N per intenderci). Sim e scheda di memoria microSD si possono inserire senza dover rimuovere la batteria, protetta da una back cover in metallo, in verità piuttosto leggera.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore