TEST: Packard Bell Viseo 200T Touch Edition

ComponentiWorkspace

Un monitor multi-touch per tutte le tasche, ideale per la gestione delle fotografie memorizzate sul notebook e sul desktop. Punti di forza il prezzo contenuto e la facilità di utilizzo, la struttura plastica nel complesso è di qualità discreta

La tecnologia touch con i display adeguati, anche grazie a Windows 7, è ora davvero alla portata di tutti. Il requisito minimo per sfruttare le potenzialità di Viseo 200T Touch Edition è infatti la disponibilità di un computer o di un laptop con l’ultimo sistema operativo Microsoft (almeno nella versione Home Premium), che supporta adeguatamente le gesture e la tecnologia touch, senza installare software aggiuntivo sul computer. Il collegamento via USB con un PC con Windows 7 assicura quindi la possibilità di utilizzare il display come touchscreen , con le dita, ma anche – eventualmente – con un sistema di puntamento morbido, che non rovini la plastica. E’ chiaramente diversa, questa tecnologia touch rispetto a quella capacitiva che equipaggia (per fare un esempio) l’iPhone.

viseo200tte_principale.jpg

Cornice e display lucidi conferiscono eleganza a questo display per la famiglia, basta orientare l’inclinazione a dovere per non essere infastiditi dagli inevitabili riflessi. Si può migliorare per quanto riguarda la persistenza delle ditate e i materiali plastici

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore