TEST: Samsung Galaxy W Gt-I8150

MobilityWorkspace

Android a poco prezzo su uno smartphone dalla dotazione equilibrata, per tutte le stagioni. Samsung Galaxy W Gt-I8150 si trova nei negozi a meno di 250 euro. Si rinuncia un poco alle prestazioni, si risparmiano tanti soldi

C’è un mondo di “blockbuster” anche nel mercato degli smartphone. Uno smartphone “onesto” però può costare anche meno di un terzo dei campioni di vendita. E’ il caso di Samsung Galaxy W Gt-I8150, che si trova ben distribuito ovunque e costa poco meno di 250 euro.

Non bisogna aspettarsi caratteristiche da primo della classe. Il processore è abbastanza ‘spento’ rispetto ai dual e ai quad core. Si tratta di una Cpu Qualcomm di vecchia conoscenza (Snapdragon) che lavora a 1,4 GHz. Il display da 3,7 pollici di diagonale è un LCD con tecnologia TFT e risoluzione 800×480. Android 2.3.5 (Gingerbread) e l’interfaccia TouchViz 4.0 lavorano sfruttando 512 Mbyte di memoria RAM, e dei 4 Gbyte di storage interno ne restano all’utente 1,5 Gbyte per i propri dati. Si possono utilizzare però le schedine microSD fino a 32 Gbyte.

Galaxy W è uno smartphone quadband Hsdpa e consente anche le videochiamate, perché è comunque dotato di doppia fotocamera. Quella sulla parte posteriore ha un sensore da 5 Megapixel; quella anteriore, di bassa qualità, lavora con un sensore da 0,3 Megapixel. E’ prevista la connettività Bluetooth 3.0 e WiFi n.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore