TEST: Sony Ericsson Xperia X10 mini – E 10i

MobilityWorkspace

Presentato a MWC 2010 è ora disponibile Sony Xperia X10 mini, uno dei più piccoli e leggeri smartphone in circolazione. Xperia X10 mini soddisfa il bisogno di uno smartphone da taschino completo, ma le dimensioni così ridotte ne limitano anche la comodità d’uso

E’ piccolissimo e leggero. Sony Xperia X10 mini pesa 90 grammi appena, e in 8x5x1,5 cm c’è tutto quello che serve a un cellulare intelligente. La vocazione di Xperia X10 mini è quella di soddisfare le esigenze di comunicare in tempo reale sui social network, senza rinunciare a un tocco di glamour e per questo si può personalizzare con le cover intercambiabili in 6 colori che ne qualificano il target, quello degli utenti consumer. Appena lo accendete il display capacitivo da 2,5 pollici con la risoluzione 240×320 (16 mln di colori) fa una figura più che discreta ed è accattivante. Risponde bene all’input con le dita e anche lo scorrimento tra le varie schermate e le diverse funzionalità è fluido e veloce.

Dimensioni inferiori anche a quelle dell'iPod Nano per Xperia X10 mini
Dimensioni inferiori anche a quelle dell'iPod Nano per X10 mini - E 10i

Sony Xperia X10 mini funziona con Android, ma è una versione ‘vecchia’, la 1.6 (Donut). Xperia X10 mini è mosso da un processore da 600 MHz (Qualcomm MSM7227), la memoria è limitata a 128 Mbyte, e nello smartphone si trova una schedina di memoria da 2 Gbyte. Nel complesso lo smartphone carico di dati non è proprio velocissimo, ma non si può chiedere di più a un dispositivo così. E la lentezza non è certo il problema principale di questo smartphone, che a nostro parere non è per nulla comodo da usare, soprattutto se si hanno mani e dita grandi.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore