TEST: Sony HDR-XR550VE

AccessoriWorkspace

Una videocamera Full HD compatta e maneggevole in grado di soddisfare sia il videoamatore esperto, sia il professionista che necessità di una macchina secondaria. Registra su hard disk da 240 GB, zoom ottico 10x e ingresso microfono

Sony HDR-XR550VE appartiene alla famiglia delle videocamere compatte con hard disk interno, e si distingue per la capacità di registrare filmati ad alta definizione, Full HD 1920×1080 in formato AVCHD alla velocità di 24 Mb/s. Il vero punto di forza è senza dubbio la qualità hardware (ottiche, sensore e materiali per la scocca) abbinata alle dimensioni davvero ridotte: 74x70x143 mm e un peso di 510 grammi al netto della batteria. Quest’ultima è agli ioni di Litio 980 mAh e assicura 105 minuti di ripresa continua e utilizzo del mirino. L’esperienza sul campo ha mostrato un’autonomia di circa 7 ore con riprese brevi ma frequenti, ampio ricorso a zoom e sempre con monitor di controllo attivo.

Sony HDR XR550VE
Sony HDR XR550VE

Detto delle dimensioni, vediamo come si presenta la videocamera: lo sportellino che ospita il display da 3,5’’ ruota intorno al proprio asse orizzontale e può quindi essere regolato per migliorare la visione della scena inquadrata anche in condizioni particolari. Si tratta di uno schermo LCD touchscreen che rappresenta l’unico modo disponibile per  modificare le impostazioni della videocamera. Consente inoltre di attivare lo zoom e avviare la registrazione direttamente senza ricorrere al pur comodo pulsante fisico. Tutte le regolazioni sono automatiche, tuttavia è possibile agire sull’unica ghiera presente per gestire la messa a fuoco e l’esposizione manualmente.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore