The Final Cut

Management

Torna il maestro del brivido in una buona avventura noir.

Joseph Shamley, investigatore dotato di poteri paranormali chiamato a indagare sulla sparizione di una troupe da un set cinematografico situato nei pressi di una antica villa. Lintuito sovrannaturale e le condizioni ambientali portano Joseph ad avere degli improvvisi flash mentali (spezzoni di film di Alfred Hitchcock) che lo aiuteranno a ricostruire la strana vicenda. Cos il regista maestro del thriller entra nel mondo dei videogiochi. Con questo curioso espediente saranno riproposti ai giocatori quasi 15 minuti estratti qua e l dalle pellicole originali di Psycho, Frenzy, Sabotatori, Topaz, Il sipario strappato, e Lombra del dubbio. Inoltre, spesso il gioco si diverte a citare lopera del maestro anche nelle ambientazioni e nei dialoghi. La realizzazione tecnica di The Final Cut di buona fattura, e basata su ambientazioni bidimensionali nelle quali si muovono personaggi tridimensionali. Linterazione gestita da uninterfaccia tradizionale che prevede lutilizzo della tastiera per gli spostamenti, e il mouse per selezionare inventario, dialoghi, oggetti da un computer palmare che memorizza tutte le scoperte fatte. La trama e latmosfera di questo gioco sono noir morte, mistero e una certa dose di paura la fanno da padrone. Final Cut consigliato per tutti gli appassionati di Hitckock che accoglieranno con piacere i non pochi richiami al lavoro dellindimenticabile regista, e a tutti coloro che non sono ancora stanchi di veder riproposto il genere de lavventura investigativa nelloscuro maniero. Sottotitoli e dialoghi sono doppiati in italiano.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore