Tim Cook: Apple entrerà nel mercato Tv

AziendeMarketing
Apple HDTV con Siri e FaceTime

Dal 2013 Apple riporterà parte della produzione dei Mac negli USA. E in futuro arriverà la vera Apple iTv

Il Ceo di Apple Tim Cook è stato intervistato da Bloomberg/Businessweek e ha parlato del suo amore per Apple, dell’addio a Scott Fortstall e dell’importanza dell’armonia e della collaborazione in un’aziende per creare prodotti migliori. Tim Cook in questi anni ha ricevuto compensi per 95 milioni di dollari, e sente su di sé tutta le responsabilità sia della produzione che dell’andamento del titolo di Apple, in fibrillazione nell’era post-Jobs. E il Ceo Tim Cook ha promesso che farà di tuto peronorare il suo impegno nell’azienda che egli definisce “un gioiello“.

Tim Cook è stato poi intervistato dalla NBC: al programma “Rock Center ha annunciato che Apple , nel mirino da anni per i suoi rapporti con Foxconn, riporterà parte della produzione dei Mac negli USA. Tim Cook ha promesso un investimento di 100 milioni di dollari per riportare parte dell’assemblaggio dei Mac negli Stati Uniti: accadra dal 2013 e Tim Cook si dice orgoglioso di questa scelta, che è un ritorno alle origini. Ad oggi gli schermi sono prodotti in Asia, mentre i chip di iPhone e iPad sono già realizzati negli USA. Fra l’altro, la stessa Foxconn aprirà impianti in Nord America.

Ma il Ceo Tim Cook soprattutto ha ufficialmente dichiarato che Apple entrerà nel mercato Tv. La Tv è il prossimo next business che la Mela intende innovare. Mentre il mercato smartphone raggiunge la maturità (con il dominio di Android al 75%), e cresce la competizione nel mercato tablet (secondo IDC l’iPad calerà sotto il 50%, a spese di Android e Windows 8), Apple prepara un televisore: oltre l’attuale set-top-box che connette video Web e media alla Tv.

La Tv è nel radar di Apple. La domanda vera è come Apple possa “rivoluzionare” un mercato dove le Smart-Tv (con tecnologia vocale, motion control, apps e processori) sono già a scaffale. Quello che manca non è una HdTv con Siri o Facetime o controlli vocali e dei movimenti; e neanche il touch sarebbe così interessante. La chiave di volta è l’accesso ai contenuti dell’intrattenimento, ma l’industria televisiva – come ben sa Google Tv – è bloccata dal locked-up di complicatissimi accordi fra provider di pay-TV, network e studios. Google Tv non sfonda a causa della mancanza dei contenuti. Apple saprà sbloccare questo intricato groviglio di interesssi incrociati? Quella sì che sarebbe la vera rivoluzione nel salotto digitale. Apple entrerà nel business quando potrà portare l’accesso al servizio iTunes in Tv.

Conosci Apple? Mettiti alla prova con un QUIZ!

Vuoi partecipare alla ricerca NetMediaEurope: quali i processi di acquisto per l’IT? In palio c’è un elicottero AR Drone!

Apple HDTV con Siri e FaceTime
Apple HDTV con Siri e FaceTime 

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore