Tiscali vedrà l’utile nel 2008

Aziende

Presentato il piano industriale 2007-2010

Tiscali ha presentato il piano industriale 2007-2010, promettendo che l’utile verrà raggiunto nel 2008. La generazione cassa è uno degli obiettivi dell’Isp cagliaritano, che scommette sull’Italia e sul Regno Unito per fare utili. L’investimento per portare a termine l’infrastruttura di rete unbundling e lo sviluppo dell’offerta di nuovi servizi IP, ammonta a circa 740 milioni di euro. La crescita del fatturato prevede il 20% annuo a quota 1,4 miliardi di euro nel 2010. Per ridurre il debito Tiscali provvederà ad altre cessioni di asset per 150 milioni di euro nei prossimi 12 mesi. Dal parco clienti di 1,6 milioni di oggi, Tiscali inoltre punta ad arrivare a 3 milioni di utenti (con 500mila utenti Triple play). Nel piano industriale c’è attenzione alla convergenza fisso-mobile, tanto che Tiscali sta valutando l’opportunità di un’alleanza con un operatore mobil e: lo ha confermato Tommaso Pompei, senza specificare se eventualmente un accordo sarà nel WiMax (o telefonia integrata WiFi/Gsm) oppure nel mercato Mvno (Mobile virtuale).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore