TLC: Gasparri presenta gli obiettivi dell’Italia alla Presidenza UE

NetworkReti e infrastrutture

Tra gli obiettivi in materia di telecomunicazioni del semestre italiano di presidenza Ue vi è la necessità di una sempre maggiore attenzione all’evoluzione dei mercati nel settore e la diffusione della banda larga.

Nel corso della sua visita ufficiale a Berlino, Gasparri ha partecipato ad un incontro bilaterale italo-tedesco tra ministri ed operatori delle tlc sul tema della banda larga che ha avuto luogo presso il ministero dell’Economia tedesco. Nella riunione, a cui hanno partecipato tra gli altri i rappresentanti di Telecom, Wind, Vodafone e Fastweb e delle aziende tedesche impegnate nel settore dela ‘broad band’, sono stati illustrati gli obiettivi in materia di tlc del semestre italiano di presidenza Ue. ”Tra Italia e Germania – spiega Gasparri durante una conferenza stampa al termine dell’incontro – c’è grande convergenza sulla necessità di un maggiore realismo nella politica europea in tema di regolamentazione delle tlc. Bisogna – aggiunge – lasciare sempre più spazio alle imprese ed alleggerire i meccanismi di regolamentazione: naturalmente senza eliminarli, ma facendo sì che essi siano il più neutri possibile. Su questo mix – ribadisce il ministro – di meno regolamentazione e più mercato è perfetto l’accordo che c’è con il governo tedesco, che è sensibile alle evoluzioni del mercato e come noi in Italia vuole ascoltare la realtà che avanza dopo l’ubriacatura delle licenze dell’Umts che sono costate tantissimo per errori fatti quando il centrodestra non governava in Italia”. Gasparri dice poi che l’Italia dedicherà durante la sua presidenza Ue una ”particolare attenzione” all’Umts ed intende rispettare la scadenza delle direttive della Commissione Ue sulle tlc che saranno adottate entro luglio, oltre a diffondere nelle zone meno sviluppate la banda larga ”per evitare – conclude – che il ‘digital divide’ oltre a separare il nord dal sud del mondo riesca a fare altrettanto fra una zona e l’altra dell’Europa”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore